MARATONA RADICI MURO a 1000

ingmar bergman registaAvevamo già scritto su: come diventare regista. Le basi sono le stesse, il mestiere di regista non è cambiato. Anzi. I veri, grandi Registi sono, purtroppo, quelli del passato... non ne vediamo, oggi, di nuovi altrettanto validi. Ma speriamo che tra i nostri lettori si nascondi un nuovo astro nascente!
Il primo consiglio, spassionato, che possiamo dare a chi vuole intraprendere questa strada senza spendere un euro, è quello di leggere i numerosi articoli che si trovano nel nostro sito.
Il secondo consiglio è quello di fare tanta, ma tanta gavetta. Provare a cimentarsi con qualche corto, studiare il risultato finale e riprovare a ricrearlo migliorandolo. Unirsi a qualche amico o persone che sul web chiedono un aiuto: si può e si deve imparare anche dagli altri. E, se si è fortunati ed intraprendenti, chiedere di fare l'aiuto dell'aiuto regista di un lungometraggio.
Il terzo consiglio è quello di vedere tanti, ma tanti film, lungometraggi o cortometraggi: vederli più volte, studiarli per capire come sono stati fatti, e cercare voi delle altre possibili alternative sia nelle idee della sceneggiatuta che delle riprese.

Tanto per parlarvi di me, in alcuni anni ho 'dovuto' e "voluto" visionare anche 1200 cortometraggi di varia lunghezza.
Un quarto consiglio? ci sono molti libri interessanti e specifici, come quelli di Dino Audino editore. Noi ne abbiamo selezionati alcuni che trovate nel menu alla voce Libri di Cinema.
Il quinto consiglio: non pensate che se non avete una telecamera da almeno quattro o cinquemila euro non potete girare un bel film: molti grandi registi hanno iniziato con piccole ed economiche macchine da presa. La tecnica oggi ci aiuta molto, ma non è tutto, anzi vale molto poco a livello di idea, mentre può aiutarci solo a livello tecnico. Ma ricordatevi sempre che se non avete belle idee in testa, non realizzerete mai nulla di interessante! e Fantasia, non significa fare delle cose strane, ma trovare nuove idee!

Volete invece essere guidati per mano? ecco allora un elenco di scuole di cinema, quasi tutte a pagamento, con un costo non indifferente.

Akira Kurosawa registaCome scuola professionale superiore statale, c'è l'Istituto di Stato per la cinematografia e la televisione Roberto Rossellini di Roma (www.cine-tv.it).
A livello universitario ci sono i corsi di laurea in Discipline dell’Arte e dello Spettacolo (DAMS) che si trovano in molte città italiane, ma lì, oltre un pò di teoria, di pratica ne farete molto poca, o nulla... non siamo negli Stati Uniti.... Se avete tanto tempo, ci potete provare.

A Roma trovate l'Accademia del cinema e della televisione, con sede a Cinecittà, dove si svolgono vari corsi, tra cui quello di Regia e Sceneggiuatura (il sito è www.accademiadelcinema.it).
Sempre a Roma c'è la NUCT - Nuova Università del Cinema e della Televisione, anch'essa a Cinecittà, dove trovate corsi di Regia, Scenneggiatura, Montaggio, Direzione della Fotografia, ecc. (www.nuct.com/)
Ed ancora: all' Accademia di Cinema e Televisione Griffith, trovate corsi annuali di Regia, Sceneggiatura, Fotografia, ecc. (www.griffithduemila.com)

Presso la RomEur Academy, trovate l'unico corso di Filmaker Cine Tv che rilascia un diploma della durata di 500 ore riconosciuto dalla regione Lazio e dalla provincia di Roma, diploma spendibile in tutta Europa.

 Fuori Roma a San Cesareo c'è la Libera Università del Cinema di San Cesareo che ha un corso di Regia (www.universitadelcinema.it).
A Firenze trovate la Scuola di Cinema Immagina, che ha corsi di Regia, Ripresa e Montaggio (www.cinemaimmagina.it).
A Genova la  SDAC - Scuola d'Arte Cinematografica ha corsi di Regia, Sceneggiatura, Fotografia cine, tecnico Audio (www.sdac.it).

A Milano troviamo la Milano Scuola di Cinema e Televisione che tiene anche un corso triennale di Cinema, Televisione e Nuovi Media, e per essere ammessi bisogna superare alcune prove attitudinali (www.fondazionemilano.eu ).

A Torino troviamo l'ISTITUTO FELLINI - CENTRO FORMAZIONE TECNICI DELLA COMUNICAZIONE AUDIOVISIVA, che organizza un corso di tecnico dell'industria audiovisiva quinquennale (www.istitutofellini.it).

Se conoscete bene l'inglese, potete provare con la NEW YORK FILM ACADEMY, che oltre la sede a N.Y. e Los Angeles ne ha altre sparse per il mondo, tra cui una a Firenze, con un corso di 1 anno o workshop più brevi (www.nyfa.edu).

 (La prima foto è di Ingmar Bergman regista, le seconda di Akira Kurosawa regista)