Home Concorsi Cortometraggi Altri concorsi di Cortometraggi Scade 2016-11-27 Gli occhi sulla città

Scade 2016-11-27 Gli occhi sulla città

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
CONCORSI Cortometraggi - ALTRI CONCORSI

Torna il contest per cortometraggi Gli occhi sulla città, giunto alla sua terza edizione. Ormai appuntamento fisso e “centrale” del Festival Laceno d’Oro, il concorso è, come sempre, dedicato agli spazi urbani. L’idea di base è quella di creare un osservatorio permanente sulle trasformazioni urbane, che sappia ragionare non solo sulle loro ricadute “sociali”, ma anche sui cambiamenti di linguaggio, di modalità espressive, su tutte le conseguenze che esse comportano nel nostro modo di pensare e immaginare. E, d’altro canto, viene da chiedersi quanto le idee, le pratiche della visione, le strategie dei “piaceri immateriali”, possano cambiare a loro volta la città nel loro aspetto “material”.

Il concorso è, dunque, aperto a cortometraggi di ogni genere e nazionalità che abbiano la capacità di riflettere e di ripensare il paesaggio urbano, magari di farsi influenzare da esso, ipotizzando modi di produzione e fruizione strettamente legati agli ambienti. Opere che sappiano raccontare aspetti delle città del passato e del presente, o addirittura immaginare prospettive possibili e impossibili di una città del futuro. Opere che si pongano in dialogo con l'architettura, la politica, l'urbanistica o che "semplicemente" vedano nella città un "personaggio delle storie" che vogliono raccontare.

 

 

Bando

 

 

Il Circolo di cultura cinematografica ImmaginAzione, nell'ambito del Laceno d'Oro 2016, bandisce la 3ª edizione del concorso di cortometraggi Gli occhi sulla città, aperto a registi affermati ed emergenti, senza limiti di età e cittadinanza. L'iscrizione al concorso è gratuita.

 

Tipologia di opere ammesse

 

Il bando è aperto a cortometraggi di fiction e documentari, senza alcuna distinzione di genere, prodotti e girati in qualsiasi formato video.

Il limite massimo di durata per ogni opera è di 20 minuti, esclusi i titoli di coda.

Non verranno prese in considerazione le opere che non rispetteranno tale limite.

 

Ogni autore può partecipare con un massimo di 3 cortometraggi.

Il tema del concorso è Il cinema tra gli spazi urbani, che può essere declinato con la massima libertà: secondo una chiave "esclusivamente" narrativa o anche storica, urbanistica, architettonica, politica, sociologica etc. Ogni opera dovrà, comunque, porsi in confronto aperto con il tessuto urbano, interrogandosi sulle capacità del cinema di raccontare, descrivere, o addirittura "predire" e delineare le trasformazioni delle città contemporanee, gli scenari, le prospettive, i problemi.

Le opere dovranno pervenire con le modalità riportate nell’articolo “iscrizione” del presente bando entro e non oltre il termine ultimo del 27 NOVEMBRE 2016, a pena di esclusione.

 

Il concorso

 

- Fase 1

Tra le opere pervenute entro i termini, ne verranno selezionate al massimo 20 (venti), a giudizio insindacabile della commissione composta dai membri del Circolo di cultura cinematografica ImmaginAzione. Nel caso di autori che partecipano al concorso con più cortometraggi, potrà essere selezionata una sola opera.

I corti selezionati saranno proiettate pubblicamente nel corso del Festival Laceno d'Oro 2016, che si svolgerà nel mese di dicembre ad Avellino e provincia. Le proiezioni verranno effettuate secondo le modalità e il calendario stabiliti dagli organizzatori del Festival e saranno preventivamente comunicate agli autori.

 

- Fase 2

Una giuria composta da artisti ed esperti del settore sarà nominata dal Circolo ImmaginAzione. La giuria valuterà le opere selezionate secondo il loro valore cinematografico ed estetico, l'originalità dello stile e dell'interpretazione del tema proposto.

All'opera che risulterà prima classificata andrà un premio di 1500 €.

È fatta salva l’ipotesi di non assegnare il premio, a giudizio insindacabile della giuria.

 

Iscrizione

 

Il candidato interessato al concorso deve presentare domanda d’iscrizione, compilando l’apposito modulo sul sito ufficiale del festival, http://www.lacenodoro.it/gli-occhi-sulla-citta-concorso-di-cortometraggi/.

Deve essere allegata alla domanda anche la liberatoria debitamente compilata e sottoscritta, scaricabile sul sito ufficiale del festival.

 

I lavori vanno uploadati su una piattaforma di condivisione video (youtube, vimeo, ecc) e resi privati o non indicizzati (nel caso di inserimento password, segnalarla nel modulo insieme al link del video).

 

Ai fini dei termini di scadenza del bando, il 27 novembre 2016, fa fede la data d'invio della domanda d'iscrizione.

 

Per le opere ammesse alla selezione finale, l’organizzazione si riserva il diritto di chiedere una copia dell'opera su DVD, ai fini della proiezione – risoluzione minima del file esportato 720p (1280x720) (no Window-boxing); saranno accettati esclusivamente file video nei formati AVI, MOV, MP4, MPG, MPEG.                    

La copia andrà spedita all'indirizzo: Circolo di cultura cinematografica ImmaginAzione, via Tagliamento 27 - 83100 Avellino.

 

Accettazione

 

Al momento dell’iscrizione, gli autori accettano tutte le norme del bando.

 

 

-       Gli autori, pur restando a tutti gli effetti pienamente titolari dei loro diritti sulle opere, concedono gratuitamente al Circolo di cultura cinematografica ImmaginAzione il diritto di proiettare le loro opere, ed eventualmente di riprodurle ai fini della proiezione, nell'ambito della manifestazione Laceno d'Oro 2016, nonché in altri eventi culturali mediante i quali l’Associazione intende promuovere la propri attività. Gli autori concedono, inoltre, a titolo gratuito al Circolo di cultura cinematografica ImmaginAzione il diritto di utilizzare una o più immagini tratte dalle loro opere al fine di promuovere la manifestazione e per altre forme di comunicazione e attività legate all'Associazione, con il solo obbligo della citazione dell'artista.

-       Le opere inviate per la partecipazione al bando non saranno restituite, ma archiviate.

-       Il Circolo di cultura cinematografica ImmaginAzione si riserva il diritto di non pubblicare né esporre testi o opere diffamatorie o oscene, o anche ritenute tali.

-       Gli autori, nel partecipare al presente concorso, dichiarano di essere in possesso dei diritti di utilizzo per qualsiasi tipo di musica eventualmente presente nel film e per le sequenze video non originali. Il Circolo di cultura cinematografica ImmaginAzione declina ogni responsabilità concernente eventuali lesioni di diritti o liberatorie da parte delle opere presentate e dei rispettivi autori.

L’autore autorizza espressamente il Circolo di cultura cinematografica ImmaginAzione a trattare i propri dati personali ai sensi della legge 675/96 (legge sulla Privacy) e successive modifiche D.lgs. 196/2003 (Codice Privacy), anche ai fini dell’inserimento in banche dati gestite dalle persone suddette. Ogni controversia sarà trattata in Italia e secondo la Legge italiana, competente il Foro di Avellino.