Home Concorsi Cortometraggi Risultati dei Concorsi di Cortometraggi Finalisti di Malescorto 2016

Finalisti di Malescorto 2016

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
CONCORSI Cortometraggi - RISULTATI

Siamo giunti alla Diciassettesima edizione del Malescorto; la giuria di preselezione ha visionato circa 510 corti, provenienti da 47 nazioni diverse. Negli ultimi 10 anni hanno partecipato 84 Nazioni. Dopo l’Italia, che gioca in casa, continua ad essere la Spagna a fornire il maggior numero di corti iscritti, quest’anno ben 121! Seguono Germania, Francia, UK, Polonia, Canada etc. Le 47 nazioni partecipanti quest’anno ci permettono, come avviene già da più anni, di avere rappresentanti provenienti da tutti i continenti e ciò è davvero un evento straordinario.

Dopo un’accurata selezione sono stati promossi alla fase finale, 41 opere: 10 realizzate dagli Istituti Scolastici, 5 Corti di animazione, 3 Corti Documentari, 18 Corti di Finzione, 1 Corto Animazione/Finzione, 4 Corti Ecologici.

Le nazioni finaliste sono: Italia, con 32 corti, Spagna, con 4 corti, Francia, con 2 corti, Argentina, Australia, Cina, Germania, Polonia, Rep. Ceca, Perù, Kenya, con 1 corto. Questi 41 film cortometraggi si contenderanno i vari premi di categoria e i premi speciali previsti dal regolamento. Le sorti verranno decise da una seconda giuria qualificata, ma sarà poi il pubblico a decretare il miglior film del Malescorto 2016, votando negli appositi moduli durante le serate.

Come al solito sono stati scelti cortometraggi che seguono una linea Etica, legati ai problemi sociali ed ambientali. Tantissimi sono i temi toccati dai 41 lavori scelti, dal genere drammatico al genere divertente, con commedie intelligenti che, talvolta, fanno riflettere con ironia, facendoci vedere con coraggio una realtà da un diverso punto di vista.

Un dato curioso è senz’altro il fatto che tra i 510 partecipanti, 25 film portavano come titolo il nome di una donna, tra cui i finalisti: Helene, Lia, Lila e Lucie. Tra i partecipanti, una cinquantina di corti realizzati sono giunti dalle scuole e, per questo, abbiamo voluto portarne in finale ben 10 (su 41 finalisti). Siamo convinti che il binomio cinema-scuola sia davvero importante per la formazione dei ragazzi, un atto d’incoraggiamento e di speranza per un futuro sempre più incerto.

Un Malescorto che continua a sorprendere, grazie ad un’Equipe ormai collaudata che ci ha creduto con passione, unione e sacrificio anche in questi anni difficili, dove la cultura è spesso dimenticata. Un Malescorto che riesce grazie ai vari tecnici dietro le quinte, a stare al passo con i tempi della tecnologia che corre ogni volta di più, grazie ad un pubblico collaudato ed affezionato e, soprattutto, grazie all’Amministrazione comunale che ha voluto con forza continuare a sostenerlo.

 

Finalisti Malescorto 2016

 

1° Serata – 25 Luglio

1) Cuerdas di Pedro Solis Durata 10’.52’’ Cat.- AC – Spagna



La routine di Maria, a scuola, si rompe, all’arrivo di un bambino molto speciale. Ben presto ne nascerà qualcosa di unico.

2) Oripeaux di Sonia Gerbeaud & Mathias De Panafieu

Durata 10’.03” - Cat. - AC – Francia



n un remoto villaggio, una bambina stringe amicizia con un branco di coyoti, ma tutti gli abitanti vogliono porre fine a questa relazione, assai pericolosa.



3) La mosca di Marco Di Gerlando 

Durata 7’.11’’ – Cat. – ISF – Italia



Carlotta e la sua classe devono disegnare un animale che inizi per “M”. Mentre tutta la classe, ha iniziato il disegno, Carlotta sembra avere un blocco artistico.

4) Lo studente che non c’è di Alberto De Angelis & Piero Trabucchi Durata 9’.47’’ – Cat. – ISF – Italia



La Classe I°C è una classe terribile, l’incubo di ogni professore. Il Prof. Sperilli riuscirà a trovare una chiave per comprendere le parole e i bisogni della classe.

5) Il ritorno del gatto di Francesco Varano Durata 9’.14’’ – Cat. – ISF – Italia



Un misterioso forziere, una chiesa, degli studiosi rivali. Un’intera comunità si incuriosisce e discute. Un ignoto ladro, che viene dal passato, complicherà ancor di più la faccenda.

6) Modernidad di Roberto Barba ”El Jarcor” Durata 16’.25’’ – Cat. – FC – Perù



Attraverso la tecnologia, la diciassettenne Rocio fa scoprire alla madre la doppia vita del padre, che le ha abbandonate quando lei aveva sette anni.



7) Crevette di Sophie Galibert

Durata 16’.47’ – Cat. – FC – Francia



Paul, è un ragazzo di dieci anni che conosce Wendy e vorrebbe invitarla a ballare, ma è molto timido. Suo fratello maggiore Matthew lo aiuterà a farsi coraggio?

8) La Cura di Andrea Andolina 

Durata 12’.06’’ – Cat. _ FC – Italia

La signora Dotti si reca in un ospedale di una grande città italiana per curare un’affezione che la tormenta da tempo. La pulizia e la modernità dell’ambiente unite alla cortesia e alla professionalità del personale colpiscono da subito la signora Dotti che, su indicazione di un affabile medico, si fa ricoverare immediatamente presso la struttura, confortata dal fatto che sarà premura della sua cara nipote portarle all’ospedale i vestiti e gli oggetti necessari per la sua permanenza nella struttura ospedaliera. L’ospedale si presenta strutturato in cinque piani, nell’ultimo dei quali si trovano i pazienti affetti da malattie di poco conto fino a scendere al primo, dove sono curati i pazienti con patologie acute. La signora Dotti viene sistemata nel piano più alto della struttura dal quale, a detta dei medici e degli infermieri, verrà presto dimessa, pienamente guarita…ma…

9) 88 giorni nelle Farm australiane di Matteo Maffesanti

Durata 19’.47’ – Cat. – DC- Italia/Australia

Viaggio tra sogni, speranze e pensieri dei giovani italiani in Australia. 
88 sono i giorni necessari per l’ottenimento del secondo visto vacanza-lavoro. Storie e verità dei giovani Italiani nella lontana Oceania.

Durata totale serata 1h, 52’, 20’’

FC= Finzione;

DC= Documentari;

AC= Animazione;

ISF= Istituti Scolastici/Finzione e Documentari;

 

 

2° Serata – 26 Luglio

1) La macchina del tempo di Ermete Labbadia

Durata 2’.51” - Cat. - FC – Italia

Il cinema aiuta a viaggiare… Il cinema aiuta a sognare.

2) Io sono il mio nemico di Franco Brega e Tuglia Castagnidoli

Durata 2’.00’’ – Cat – ISF – Italia



Anche nelle piccole e banali azioni di ogni giorno costruiamo la nostra immagine.

3) Musicidio di Ferriol Tugues

Durata 6’.00’’ – Cat. – AC – Spagna

René comincia a suonare per gioco. Cerca di vivere suonando per strada: nulla importa se nel cappello cadono molte o poche monete, lui continua a suonare. Ma un giorno si rende conto che i vicini lo disprezzano e le cose cambieranno.

4) UKA di Valle Comba Canales

Durata 3’.00’’ Cat. – AC – Spagna



Uka, è una ragazzina che vive sola in una vecchia fabbrica abbandonata. Mentre pittura uno dei suoi quadri, scopre la maniera di cambiare il verso del mondo.

 

5) La scala di Stefano Rolando

Durata 18’.00’’ – Cat. – ISF – Italia



Leo e Anna sono un figlio appena adolescente alle prese con una realtà famigliare difficile e una giovane madre, single, in cerca di un lavoro che garantisca solidità economica. A complicare il quadro, un affittuario spietato e intransigente per cui prevale solo la logica del guadagno. Nella storia si snodano i temi del lavoro minorile, dell’amicizia, dell’ambizione, del coraggio e dell’amore come tanti gradini di una scala, meno ripida se la si percorre in buona compagnia.

6) Nel mio giardino di Andrea Andolina e Valentina Burolo

Durata 7’.06’’ – Cat. – ISF – Italia

Il film narra la storia di un gruppo di ragazzi che s’incontrano ogni giorno in un giardino ma rimangono soli, ognuno immerso dall'interesse verso cellulari e altre forme di tecnologia. Solo una ragazza, Anna, gioca con una palla che per caso rimbalza addosso ad un anziano signore, seduto sulla panchina. Tra i due nasce un bel dialogo che influenzerà anche gli altri ragazzi. Diventerà un appuntamento quotidiano, ma un giorno l’anziano non si presenta più...

7) Terra incognita di Claudio Pesenti 

Durata 3’.08’’ –Cat. DCE – Italia



La terra è uno dei possibili mondi esistenti nell’universo. Su questo pianeta l’uomo è l’unico essere determinato da razionalità ed emozioni. Egli ricerca la verità della realtà nelle attività della vita. In particolare la coesistenza di azione e contemplazione fanno dell’alpinismo il paradigma della ricerca più profonda. Da qui la percezione del nostro pianeta e di noi stessi come una terra sconosciuta, una terra incognita da esplorare.

8) Lucie di Ran Li

 Durata 19’.00’’ – Cat – FC – Rep.Ceca/Cina

Dopo un brutto litigio, l’adolescente Lucie, ruba la moto preferita del fidanzato per ripicca. Si sposta in città, ma solo dopo realizza che il viaggio può essere facile da iniziare, ma difficile da finire.

9) Lia di Arianna Del Grosso Durata 6’.25'’ – Cat. - FC – Italia

Lia è una bambina di 11 anni. Vive con la mamma, una donna in carriera. Durante le vacanze estive le piace svegliarsi tardi. Una mattina la mamma, dovendo uscire per sbrigare una commissione urgente, sveglia Lia per avvisarla che sarebbe rientrata presto. Lia, sapendo di trovare la colazione pronta, si alza con un accenno di sorriso stampato sul viso assonato, ma in quei successivi 5 minuti accadrà qualcosa che non avrebbe mai potuto immaginare.


10) Oltre la linea di Paolo Geremei Durata 19’.02” – Cat.-FC – Italia



Simona, Mirko e Diego, sanno fare bene una cosa: correre, nuotare, giocare a calcio. Non importa se non sanno dov’è il Brasile, loro nel 2016 lo vogliono raggiungere.








11) At 7 o’clock - L’uomo che cuce il tempo di Ezio Azzolini & Lucia Perrucci

Durata 9’.00’’ Cat. – FC – Italia



Nel silenzio di un piccolo camposanto, poco prima dell’alba, il custode smuove la terra, apre le casse e da ognuna di essa preleva degli indumenti: giacche, soprabiti e vestiti. Meticolosamente, nel suo tempo libero, il custode cataloga, etichetta e ripone all’interno di un armadio i vari indumenti. E quando ogni mattina vede una giovane anima in difficoltà, desiderosa di tempo e possibilità che non ha avuto, il custode recupera dall’armadio un indumento, e...



12) Lu-Men. Vedere il buio sotto un’altra luce di Brunella Ferraris

Durata 14’,37’’ – Cat. – DC – Italia



Da sempre la luce è ciò che ci permette di conoscere il mondo a noi circostante e di orientarci in esso. Ma è possibile che, talvolta, una fonte luminosa possa impedirci di vedere? Osservando le innumerevoli luci che, ogni giorno, illuminano le nostre città, sembra impossibile pensare che il buio possa permettere lo studio e la comprensione di fenomeni che altrimenti non sarebbero conoscibili. Eppure basta alzare gli occhi al cielo, in una qualsiasi notte di una qualunque città, per capire che l’eccesso di illuminazione non agevola la conoscenza, bensì, la ostacola.

Durata totale serata 1h.51’.04”

FC= Finzione;

DC= Documentari;

AC= Animazione;

ISF= Istituti Scolastici/Finzione e Documentari;

 

 

3° Serata – 27 Luglio

1) Il freak di Federica Cannas Durata 2’.15’’ – Cat.- AC.- Italia

 

Un ragno dall’aspetto sgradevole tenta disperatamente, ma inutilmente, di fare amicizia. Nella speranza di essere accettato, ruba di notte, ad altri insetti, alcune parti anatomiche con cui si ricopre travestendosi.

2) M di Franco Brega e Tulla Castagnidoli Durata 3’.30’’ Cat. – ISF – Italia

 

A tutti coloro che non riescono a capire perché si debba convivere con le cose cattive del mondo.

3) Un cuore dolce nel cappuccino di Marco Daffra Durata 4’.05’’ – Cat. – FC – Italia



Un clochard chiede un caffè, mentre una signora sorseggia un cappuccino con la schiuma a forma di cuore. Il barman non si cura della richiesta del clochard finché questi getta sul bancone delle monetine. Ma poi accade qualcosa di inaspettato.

4) Chi fa Otello di Davide Fratini

Durata 4’.35’’ – Cat. – FC – Italia



Un gruppo di attori sta allestendo l’Otello Shakespeariano quando giunge il momento di assegnare il ruolo principale.



5) Il potere dell’oro rosso di Davide Minnella Durata 20’.00’’ – Cat. – FC – Italia



Sotto il sole della Puglia, l’incontro-scontro tra un burbero contadino pugliese e un giovane bracciante africano, entrambi alle prese con la coltivazione dell’Oro Rosso.



6) L’isola del sole nero di Andrea Arena

Durata 15’.44’’ – Cat DCE – Italia



Una delle isole più belle del Mediterraneo, la Sardegna, possiede il triste primato della più inquinata d'Italia. Nell’isola circa 445.000 ettari risultano inquinati. Il processo di industrializzazione forzata vede l’agricoltura soccombere alla sottrazione di suoli destinati a impianti chimici e petrolchimici.

7) Senza parole di Edoardo Palma

Durata 20’.00’’ – Cat. – FC – Italia



Un artista di strada vive un’esistenza segnata dall’incapacità di rapportarsi alle persone ed al rumoroso mondo circostante. L’incontro con un’anima affine lo porterà a comunicare in modo nuovo, arricchendo la sua vita con una prospettiva inaspettata.

8) Fanculo libertà di Dario Patrocinio e Maurizio Mazzotta

Durata 20’.00’’ – Cat. FC – Italia

Lucio, un barbone di intelligenza borderline, per ripararsi dal freddo di un inverno particolarmente rigido cerca di farsi arrestare. Quando si rende conto delle reali conseguenze dei suoi gesti, comprende che non può barattare la libertà per un pasto e un letto caldi.

9) Per infiniti giorni di Daniele Zanon

Durata 10’.00’’ – Cat. – ISF – Italia



La storia di Regina e Davide, due adolescenti, innamorati nella Roma fascista. Concerti per violino, pianoforte, preparativi della fuga, e le incomprensioni che non hanno consentito ai due ragazzi di ritrovarsi un’ultima volta, prima della partenza di Davide.

10) La sedia di cartone di Marco Zuin

Durata 16’.00’’ – Cat.- DC- Italia/Kenya



Jeoffrey è un bambino africano che non si può muovere autonomamente e per migliorare le sue condizioni di vita ha bisogno di un'attrezzatura specialistica. Come può essere garantita questo tipo di attrezzatura in un paese rurale del Kenya, dove a mancare sono i servizi di base? Questo documentario risponde a questa domanda con un’esperienza unica al mondo: per Jeoffrey, così come per molti altri bambini, vengono costruiti degli ausili con materiali poveri riciclati.


Durata totale serata 1h.55’.33’’FC= Finzione;

DC= Documentari;

AC= Animazione;

ISF= Istituti Scolastici/Finzione e Documentari;

 

 

4° Serata – 28 Luglio

 

1) Primo atto di Marco Di Gerlando

Durata 10’.00’ – Cat. - ISF – Italia

Un gruppo di ragazzi deve trovare l’idea per un cortometraggio, ma mettere d’accordo tutti non sembra essere un’impresa facile: un play within the play.

2) Al ladro, al ladro! di Federico La Rosa

Durata 3’.50’’ Cat.- ISF – Italia



Il film, atto alla sensibilizzazione dei ragazzi (e non solo) rispetto alla legalità e alla lotta all’evasione fiscale, accosta narrativamente situazioni di esplicita illegalità( furti, borseggi) a episodi di “ordinaria” evasione delle imposte, con l’obbiettivo di sottolinearne la reale gravità.

3) Lila di Carlos Lascano

Durata 9’.00’’ – Cat. – FCA – Argentina/Spagna



Lila passeggia con il suo blocco da disegno nel mondo che la circonda, convinta di poter renderlo un posto migliore. Seduta in un bar, nel parco, lungo una strada, Lila traccia le linee che riempiono di magia, gli stessi luoghi e le persone.

4) 33 di Marco Paracchini

Durata 3’.59’’ – Cat – FCE – Italia



Bianca, in un futuro imprecisato, riflette sulle proprie radici, immaginando un mondo diverso. Inizia con convinzione il cammino verso una scelta importante.

5) Dolcezza pura di Dave Lojek Durata 8’.00’’ – Cat. – FC – Polonia/Germania

Un fornaio ingaggia una detective per catturare il ladro dei muffin. Gli verrà rivelato un gustoso segreto.

6) Domani smetto di Monica Dugo e Marcello di Noto

Durata 12’.00’’ – Cat. – FC -Italia



Il provino di un’attrice diventa il modo per ripercorrere in maniera divertente e malinconica il senso delle scelte di un’intera carriera.

7) Danny Boy di Davide Fratini

Durata 18’.15’’ – Cat.- FC – Italia



Un tenore in disgrazia e una spogliarellista montenegrina s’incontrano per caso dopo un provino in uno squallido club. Decidono di passare qualche ora insieme.



8) Terre di mezzo-Val Grande di Marco Tessaro

Durata 11’.34’’ – Cat.- DCE .- Italia



Terre di mezzo, insediamenti permanenti come nodi di una rete che collegava con mulattiere una costellazione di corti primaverili e di alpeggi estivi per la monticazione del bestiame. Un sistema verticale, regolato dalle stagioni.

9) La slitta di Emanuela Ponzano Durata 19’.15’’ – Cat. – FC – Italia

Una slitta avvicina due bambini di paesi diversi e li porta, in pieno inverno, nelle foreste delle montagne italiane. Due bambini, una slitta e la scoperta di un’amicizia.

10) Helene di Nicola Sorcinelli Durata 17’.00’’ – Cat. - FC – Italia

Helene è un’ausiliaria dell’esercito del Fuhrer. Le sono stati affidati un gruppo di bambini ebrei. Ma il treno su cui si trova, viene attaccato ed Helena si ritrova unica sopravvissuta assieme ad uno di loro. Un’ultima scelta le è concessa: ammirevole servitrice del proprio paese, oppure traditrice reietta. La tensione di una coscienza e il coraggio di una donna.

Durata totale serata: 1h.57’.08

FC= Finzione;

DC= Documentari;

AC= Animazione;

ISF= Istituti Scolastici/Finzione e Documentari;

Tutte le informazioni sul festival, programma ed eventi sono disponibili all'indirizzo www.malescorto.it

L’elenco dei finalisti al link: http://www.comune.malesco.vb.it/Malescorto?Finalisti