Home Concorsi Cortometraggi Risultati dei Concorsi di Cortometraggi Risultati Cortolovere 2009

Risultati Cortolovere 2009

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
CONCORSI Cortometraggi - RISULTATI

Miglior film: La memoria dei cani di Simone Massi

Le migliori atmosfere del fumetto dark europeo coniugate con il ritmo e il respiro del cinema immergono lo sguardo dello spettatore in un mondo onirico, evocativo e di mistero.

 

Migliore fotografia: A piedi nudi sul palco di Andrea Rovetta

La fotografia di Bruno Bianchella acuisce il senso di attesa che avvolge il film, creando un alone di mistero e distanza tra il regista-giudice e la candidata di un assurdo provino.

 

Miglior soggetto: Hi, A Real Human Interface di Multitouch Barcelona

Per l’idea utopistica di un’interfaccia capace di riacquistare calore umano. Le nuove tecnologie rilette in chiave naïf e poetica. Un punto di vista difforme ed originale nell’infinito rapporto uomo-macchina.

 

Migliore colonna sonora: Pushkin di Trevor Hardy

Suggestiva ambientazione con l’ausilio dell’ironico e originale organetto ottocentesco, che richiama, vagamente, l’incessante scorrere della Senna sull’insistente ritmo di un Valzer Musette.

 

Miglior  film straniero: Western spaghetti di PES

Esempio di stop-motion classica, dove la fantasia visiva e immaginifica si unisce al surrealismo in cucina. Post-it al posto dei panetti di burro e shangai per spaghetti. Una delizia per gli occhi.

 

Miglior film istituti scolastici e scuole di cinema: La boum di Franco Brega

Una situazione ricorrente nel cinema giovanile viene aggiornata con garbo, freschezza e spontaneità in un racconto che unisce diversità e poesia.

 

Miglior film di autore bergamasco: 27 minuti di purezza di Omar Pesenti

Un secco atto d’accusa contro il circo mediatico e le sue spudorate esagerazioni di fronte a un fatto di sangue e dolore.

 

Persico del Presidente della Giuria: El mueble de las fotos di Carlotta Coronado

Uno spiazzante racconto d’amore composto di frammenti fotografici, un intenso puzzle di sentimenti e sensibilità.

 

Miglior film low cost: One Face Theater di Mariusz Wojtowicz

La semplicità destabilizzante di un one man show dove il volto dell’attore è centro di comicità permanente. Un gioiello di bizzarria e buon umore.

 

Miglior corto per la televisione: Colibrì di Paolo Zucca

Un divertente corto-cortissimo che, in un minuto, offre un manifesto di educazione civica e un invito all’impegno  collettivo.