MARATONA RADICI MURO a 1000

Vogliamo segnalare la possibilità di vedere in rete uno dei primi lavori del cineasta francese Alain Resnais. Si tratta del documentario d'arte dedicato a Vincent Van Gogh al quale proprio l'Academy assegnò nel 1949 l'Oscar per il "miglior soggetto di cortometraggio in due bobine" a Gaston Diehl e Robert Haessens. Curioso notare che nel data base dell'Academy Awards il nome del regista Alain Resnais, nel risultato della ricerca collegata al corto, non compaia, ma le categorie degli Oscar non ammettono romanticismi.

Il breve film di Resnais su Van Gogh (1947) è quello che si potrebbe definire un "critofilm", citando Ragghianti (http://www.treccani.it/enciclopedia/critofilm(Enciclopedia-del-Cinema)/), ma al di là di qualsiasi inquadramento teorico, la visione del cortometraggio è un vero e proprio viaggio di esplorazione, volutamente in bianco e nero, nelle opere dell'artista olandese interpretate alla luce della sua biografia. La voce off di Claude Dauphin e la musica originale di Jacques Besse ci accompagnano dagli inizi nel paese natale Neuen, fino all'arrivo a Parigi con gli incontri con Seurat, Lautrec, Gauguin e poi nei momenti più drammatici della sua vita, fino alla fine.

 dall'articolo di   per https://news-town.it/