MARATONA RADICI MURO a 1000

Robert De Niro l'attore morto più volte di tutti: ben 14. Quelli che invece (per ora) gli sceneggiatori hanno fatto morire di meno sono Harrison Ford e Will Smith: 2 soltanto.  La rivista Premiere ha stilato la bizzarra classifica dei grandi divi di Hollywood che hanno perso la vita più volte (sul grande schermo naturalmente) con alcune curiosità che, nonostante l'argomento, fanno sorridere.
Per esempio Bruce Willis, che con 11 morti tallona De Niro, è stato ammazzato ben due volte dalla ex moglie Demi Moore: ne L'Ombra del testimone e in Charlies Angels. Al Pacino, la cui barocca morte in Scarface è gia nella storia del cinema, è stato ucciso due volte da attori prevalentemente comici: John Leguizamo in Carlitos Way e Robin Williams in
Insomnia. Pacino è morto complessivamente nove volte, una per mano di De Niro (nel recente Sfida senza regole), che a sua volta era stato ucciso da Pacino in Heat. Il tenebroso Johnny Depp è morto meno di Willis (nove volte e mezzo) in compenso le sue morti sono state particolarmente cruente. Basti pensare al suo esordio, Nightmare-Dal profondo della notte, dove veniva risucchiato da Freddy Krueger e trasformato in una fontana di sangue. La mezza volta di Depp si riferisce alla serie Pirati dei Caraibi perché prima muore, ma nel terzo episodio risorge.
Dopo Depp c'è Brad Pitt che muore nove volte (l'ultima in Il curioso caso di Benjamin Button). Ci sarebbero altre due volte ma non valgono: nel film Fuga dal mondo dei sogni muore, ma subito resuscita come cartone animato; anche in Fight Club muore, ma sul finale si scopre che in realtà non era mai esistito. Anche Jack Nicholson è morto nove volte e in modo violento: la prima quando faceva il motociclista hippy in Easy Rider, la seconda quando
faceva il matto in Qualcuno volò sul nido del cuculo; solo l'ultima volta, impersonando il miliardario malato in Non è mai troppo tardi, è morto dolcemente.
Dustin Hoffman morto nove volte anche lui, vanta il primato della morte più fantasiosa: in Hook-Capitano Uncino viene mangiato da un coccodrillo. A quota otto Christian Bale, sette Denzel Washington (con due morti che valgono mezza ciascuna: quella nel film Un fantasma per amico perchè era un fantasma e quella in Uno sguardo dal cielo perché era un angelo), cinque George Clooney (la più recente in Syriana) a pari merito con Robert Downey jr. Tom Cruise muore quattro volte, una in modo spettacolare, quando in Taps viene fucilato dall'artiglieria della Guardia Nazionale. Per Mel Gibson tre morti (in Mrs. Soffel, Amleto e Breaveheart) a cui si aggiungono tremende torture, subite anche in altri film.
Arriviamo così alle due volte di Harrison Ford (in The Mosquito Coast e Le verità nascoste) e Will Smith (Sette anime e Io sono la leggenda), ma Ford ha un po' barato perché in Indiana Jones-L'ultima crociata era stato reso immortale, anche se per poco tempo.

 da: http://www.ilmessaggero.it