Home Il Corto Come nasce un corto La scuola e il linguaggio filmico (1) Finalità
AVANZATOMICKEY MOUSE MICKEY MOUSE (2° parte)

MICKEY MOUSE MICKEY MOUSE - Il magico Topolino da Steamboat Willie a The Sorcerer Apprentice (2° parte) In The Beach...
Leggi tutto..

AVANZATOCinema horror gotico

Il cinema gotico nasce con il cinema horror con pellicole come Nosferatu o Il golem, passando per la casa di produzione Hammer (serie di film di Dracula, de La mummia e di...
Leggi tutto..

La scuola e il linguaggio filmico (1) Finalità

Valutazione attuale: / 7
ScarsoOttimo 
IL CORTO - COME NASCE UN CORTO

Quadro di riferimento e motivazione

Partendo dall’assunto che la didattica dei nostri tempi non possa più prescindere dal fatto che il cinema appartiene al nostro immaginario collettivo e che il linguaggio delle immagini è diventato il linguaggio più diffuso e condiviso, ho attivato un percorso educativo che potesse fornire agli alunni degli strumenti cognitivi tali da renderli più consapevoli e meno vulnerabili al cospetto dell’enorme quantità di stimoli filmici da essi recepiti.
Nello stesso tempo però volevo anche superare l’approccio “classico” al cinema, che la mia classe aveva già vissuto negli anni scolastici precedenti, rivolto soprattutto alla decodifica del linguaggio filmico. Quella di vedere, studiare e commentare un film è certamente un’attività formativa interessante ma, secondo me, non del tutto sufficiente a fare acquisire consapevolezza critica della “grammatica” cinematografica.
Che fare dunque? Con una premessa del genere non avevo scelta: dovevo fare un film a scuola. Dovevo rivolgere la mia attenzione alla codifica, alla costruzione , mattone dopo mattone, del testo filmico per completare, in maniera stimolante e altamente motivante, la formazione sul cinema dei miei alunni

Finalità

In riferimento agli esiti finali che ci si deve attendere dai quattordicenni, al termine del Primo ciclo scolastico, dove è scritto che il ragazzo “ riconosce le principali caratteristiche linguistiche e comunicative di testi diversi” e “[…] adopera per esprimersi e comunicare con gli altri, anche codici diversi dalla parola, come la fotografia il cinema, Internet, il teatro, ecc”, ho ritenuto definire le seguenti finalità trasversali del Progetto:

    • sviluppare la capacità critica nei confronti del linguaggio filmico

    • potenziare le capacità linguistiche e comunicative

    • sviluppare una maggiore sensibilità artistica ed estetica

    • educare alla collaborazione ed alla cooperazione

    • sviluppare la capacità creativa

    • sviluppare capacità logiche ed organizzative

    • acquisire autonomia

Obiettivi generali

  1. comprendere la complessità dell’opera cinematografica nelle sue componenti narrative, artistiche, educative, ecc

  2. conoscere ed utilizzare i diversi linguaggi che contribuiscono alla composizione del film

  3. comprendere la specificità dello spazio scenico e del tempo cinematografico

  4. saper usare internet, nello specifico un ambiente virtuale di apprendimento (Moodle), per sviluppare capacità collaborative

  5. saper realizzare un cortometraggio

Obiettivi specifici

  1. saper creare un soggetto attraverso tecniche creative di gruppo

  2. saper definire la struttura ideativa di un soggetto cinematografico

  3. conoscere vari tipi di sceneggiatura e le sue caratteristiche peculiari

  4. saper sceneggiare un soggetto dato

  5. saper individuazione le location partendo dalla sceneggiatura

  6. saper definire il piano di lavorazione

  7. comprendere l’importanza dello story-board e saperlo realizzare

  8. comprendere il concetto di inquadratura nella sua articolazione in campi, piani e punti di ripresa

  9. saper usare la videocamera digitale (solo per alcuni ragazzi) per fare delle riprese

  10. saper revisionare in maniera critica del “montato grezzo”

  11. saper usare un’aula virtuale per collaborare nella realizzazione di un lavoro comune

  12. saper comunicare in forum e chat

  13. comprendere l’importanza della colonna sonora

  14. saper operare delle scelte musicali per completare e/o potenziare il messaggio filmico

  15. conoscere cenni dalle problematiche legate ai diritti d’autore

  16. saper realizzare delle fotografie di scena (solo per alcuni ragazzi)

  17. saper realizzare titoli di apertura e di chiusura di un film

  18. realizzare in rendering in Mpeg 2 per DVD

  19. saper realizzare l’etichetta e la copertina di un DVD

Riferimenti teorici
Molti sono i testi che hanno arricchito nel tempo le competenze dell’insegnante che ha curato la regia e l’organizzazione didattica della presente esperienza. In particolare si segnalano i seguenti testi:

  • Come si fa un video digitale, Pietro Izzo, Lorenzo Corvi, Marco Mion, Tecniche nuove
    L’inquadratura, EmmanuelSiety, Lindau Editore
    L’ABC del linguaggio cinematografico, Arcangelo Mazzoleni, Dino Audino Editore (vol. I e vol. II).
    Il lucernario dell’infinito – Nascita del linguaggio cinematografico, NoëlBurch, Editrice Il Castoro
    Scriviamo un film – Manuale di sceneggiatura, Age, Gruppo Editoriale Il Saggiatore SPA
    Come scrivere una grande sceneggiatura, Linda Seger, Dino Audino Editore
    Esseri Multimediali, Roberto Maragliano, La Nuova Italia
    Fare un corto, Andrea Nobile, Viola Rispoli, Andrea Tarquini, Dino Audino Editore
    Narrare con le immagini, Paolo Morales, Dino Audino Editore

Sitografia di supporto

 Ilcorto.it  - URL: www.ilcorto.it   &  www.ilcorto.eu
 Cortoweb - non esiste più
 Sshortvillage   - non esiste più
 Cortometraggi   - URL: www.cortometraggi.info
 Dreamvideo   - URL: www.dreamvideo.it/  
 Videomakers   - URL: www.videomakers.net/  
 Screensaver  - non esiste più
 Sentieri selvaggi   - URL: www.sentieriselvaggi.it/