Home Il Corto Come nasce un corto La scuola e il linguaggio filmico (11) Le riprese, il montaggio grezzo e la revisione on line
COME NASCE UN CORTOLa scuola e il linguaggio filmico (10) Piano di lavorazione, Story-board, segretaria di produzione

Il piano di lavorazione Sul piano organizzativo questo fu forse il momento più importante: era necessario ottimizzare i tempi e le risorse di cui disponevamo, pertanto insieme stabilimmo una...
Leggi tutto..

COME NASCE UN CORTOLa scuola e il linguaggio filmico (11) Le riprese, il montaggio grezzo e la revisione on line

Le riprese, il montaggio grezzo e la revisione on line A metà gennaio fummo pronti per le riprese, del resto il nostro piano di lavorazione prevedeva come inizio la data del 21 gennaio...
Leggi tutto..

AVANZATOLa comunicazione e la narrazione

La comunicazione Gli esseri umani comunicano tra loro nelle più svariate forme e per i più diversi motivi. Ad esempio si scambiano parole per informare, gesticolano per salutare, utilizzano...
Leggi tutto..

COME NASCE UN CORTOLa scuola e il linguaggio filmico (13) Valutazione e Risultati

Metodi di insegnamento/apprendimento, risorse/strumenti e procedure Per la decodifica: visione del mediometraggio “Nastro rosa” con breve introduzione per inquadrare la tematica e/o il...
Leggi tutto..

COME NASCE UN CORTOLa scuola e il linguaggio filmico (9) I costumi

Costumi ed elenco dei materiali di scena Venne il momento di elencare tutto il materiale che ci sarebbe servito e di precisare alcuni aspetti relativi alla scelta dei costumi, per un paio di scene...
Leggi tutto..

Altri Articoli

La scuola e il linguaggio filmico (11) Le riprese, il montaggio grezzo e la revisione on line

Valutazione attuale: / 9
ScarsoOttimo 
IL CORTO - COME NASCE UN CORTO

Le riprese, il montaggio grezzo e la revisione on line

Riprese scuola  3A metà gennaio fummo pronti per le riprese, del resto il nostro piano di lavorazione prevedeva come inizio la data del 21 gennaio 2006.

Diario di bordo in mano, partimmo. Seguimmo in maniera molto rigorosa quanto stabilito perché furono necessarie delle autorizzazioni, dei permessi, degli spostamenti con pullman, degli accordi con terze persone, collaborazioni con i genitori, insomma bisognava essere precisi e rispettare tutte le scadenze e gli impegni presi.

Le riprese dunque cominciarono il 21 di gennaio e terminarono il 2 marzo del 2006

Furono impegnate, come si è già detto, 3 videocamere, due per riprendere le scene del corto ed una per il back stage. Due fotografi di scena lavoravano in contemporanea, ma a volte si alternavano per non disturbare le riprese.

Riprese scuola  2Fu molto interessante il nostro modo di lavorare in questo mese e mezzo di fatiche filmiche. Praticamente procedevamo così: facevamo le riprese; io, entro il giorno successivo, montavo in maniera grezza il girato e, dopo averlo compresso adeguatamente in “wmv”, lo inserivo nella nostra aula virtuale. I ragazzi da casa (spesso con i loro genitori) visionavano il montaggio grezzo e nel forum mettevano in evidenza gli errori o davano suggerimenti per rendere più efficaci le scene appena girate.

Prendevo atto delle riflessioni e delle critiche dei ragazzi e apportavo le conseguenti variazioni.

Ecco un esempio (integrale, non corretto) tratto dal forum della sezione dedicata alle riprese ad al primo montaggio dell’aula virtuale:

Prof. Silvio Licata: «[…] purtroppo, però, credo che dovremo rifare le riprese della scena 07: "La discussione in classe".
Secondo me è da rifare ... e secondo voi?

Vi invito a commentare questa scena  e a darmi i consigli giusti per migliorarla. Sabato prossimo rigireremo questa scena.
La recitazione deve essere migliorata: è troppo teatrale ... e poi siete troppo "rigidi" e inespressivi nel volto e nel corpo in generale. Probabilmente cambierò le battute per renderle più "vere". Provate ad allenarvi a casa ... allo specchio o facendovi giudicare dai vostri genitori ... Ciao ... e buon lavoro»

Giovanni: « QUESTO E' CIO' CHE PENSO DELLA SCENA 7: Anche secondo me è da rifare!  Ecco le mie spiegazioni: - Io ho recitato malissimo! Sembravo un burattino! Eh?! - I nostri visi più che arrabbiati sembravano annoiati! I giubbotti, come diceva il prof, rovinano la scena! Molto bravo Rosario! Era veramente arrabbiato , tranne al momento della domanda a Jenny che, secondo me, non và! Se si sentisse solo la voce di Jennifer ... è ottima! Ma l'espressione del viso, non si addice proprio all'incertezza! SCUSA JENNY, MA E' LA CRITICA ! Giada, sotto sotto, se l’è cavata! Complimenti anche alla prof.ssa Pecoraro! E' stata brava! ATTENZIONE: alla prof. si intravede il copione sul registro!
La cattedra si dovrebbe spostare al centro della lavagna! (quella affissata al muro) Ed inoltre eliminare la lavagna tradizionale dalla scena! Da sottolineare è la luce che, secondo me, è buona ma se usassimo il faro non sarebbe tanto male! »

La Ladra 1Alessandra «LE MIE CRITICHE SULLA SCENA 7: La carrellata all'inizio come sfondo non è granchè, meno male che l'abbiamo sistemato. Inoltre, secondo me, i volti non sembrano nè arrabbiati nè annoiati (come dice Giovanni).
La prof, sia nella prima scena che quando interviene Jenny per dire cosa le hanno rubato, sembra che stia ridendo. Poi dovremmo cambiare lo sfondo o, come abbiamo detto in classe, spostando la cattedra o ..., perchè non rende niente, anzi mi da l'impressione di una classe vuota! SI INTRAVEDE IL COPIONE DELLA PROF.ssa!!!!
La recitazione di Barbara è buona nell'ultima battuta, ma nella prima si vede che recita. Poi dovremmo cambiare lo sfondo, togliendo i giubbotti, anche se immaginando la scena senza, con il muro, non credo che sia migliore
Giovanni è proprio palese che reciti, è teso, non è rilassato. (Giovanni non te la prendere) - Anche Marika è forzata nel recitare, nella realtà non parlerebbe proprio così. Inoltre quando inizia a parlare c'è Calogero dietro che ride.- Quando parla Roberta S. sullo sfondo c'è Gerlando che ha un sorriso piccolo.
 
Sulla battuta di Rosario non ho niente da dire, è stato bravo nell' espressione, nel recitare ...; l'unica cosa è che secondo me, tra quando parla e quando si rivolge verso Jennifer dovrebbe esserci una pausa, sono troppo attaccate.
Per quando riguarda Jennifer, poteva fare di meglio. Quando parla della punizione, sullo sfondo accanto a Jerry è vuoto, quando prima, invece, c'era Rosamaria. Dopo che interviene la prof , tra la sua battuta e quella di Barbara, secondo me, c'è troppa distanza.
Dopo l'intervento di Barbara, quando si ritorna sulla prof. sullo sfondo accanto a Tairan c'era seduta Jessy, mentre in quella inquadratura il posto è vuoto. Secondo me, sarebbe meglio se questi interventi fossero uno sopra l'altro, mi spiego meglio: nella realtà non siamo così "EDUCATI", ma non facciamo finire uno di parlare che diciamo la nostra; quindi si potrebbe fare che magari mentre parla Barbara o Marika ecc., qualcuno interrompesse per dire : - Sì è vero ....

La Ladra 2Jennifer «Salve a tutti!!!!!!!!!! Poichè io non posso vedere le ripese (ancora per poco!!) le uniche critiche che posso fare sono su di me!! Riguardo al mio poter far di meglio Ale hai perfettamente ragione! Io stessa me ne sono accorta, l'ho notato da quando ho iniziato a recitare la parte, ero piuttosto tesa e fino a un secondo prima stavo ridendo con Rosario, il che non è una buona cosa (in questo caso!).
Comunque, dato che siamo qui per fare delle critiche volevo esporre la mia opinione sulla professoressa. Pecoraro che quando ha iniziato a recitare mi sembrava poco spontanea,mi spiego meglio:  mi sembrava troppo dolce  per essere una prof. che stava cercando di tenere a bada un gruppo di ragazzini infuriati!
(Tenete conto che non ho visto le riprese,mi sto esprimendo per ciò che ho visto IN CLASSE!)    BAY!!!!!!!!!!!!!!!!!   TVB  ALE!!!!»

Prof. Silvio Licata:« Mamma mia!!! Le vostre critiche sono eccezionali!! Siete proprio bravissimi! Sabato partiremo dalle vostre riflessioni e cercheremo di correggere tutti gli errori che insieme avremo evidenziato.Venerdì sera faremo il quadro della situazione ... Ciao »

Siamo andati avanti con questo tipo di approccio collaborativo in presenza ed on line sino al termine delle riprese e posso senza dubbio affermare che i risultati ottenuti al termine della lavorazione del nostro cortometraggio sarebbero certamente stati diversi senza il supporto dell’aula virtuale.