Home Il Corto La Base per il Cortometraggio Dove andremo a finire se la professionalità, la preparazione e la qualità del lavoro han sempre meno importanza?
COME NASCE UN CORTOLa scuola e il linguaggio filmico (6) La sceneggiatura

La sceneggiatura   Come fare a trasformare la nostra idea in un “film sulla carta”? Fu necessario spiegare bene ai ragazzi in cosa consisteva la sceneggiatura che...
Leggi tutto..

COME NASCE UN CORTOLa scuola e il linguaggio filmico (10) Piano di lavorazione, Story-board, segretaria di produzione

Il piano di lavorazione Sul piano organizzativo questo fu forse il momento più importante: era necessario ottimizzare i tempi e le risorse di cui disponevamo, pertanto insieme stabilimmo una...
Leggi tutto..

BASEOSSERVARE – PERCEPIRE - INTERPRETARE

Bisogna osservare, cioè guardare ed analizzare con attenzione tutto quello che ci passa davanti agli occhi. Non è facile. Non siamo abituati a farlo. E se lo facciamo adoperiamo spesso...
Leggi tutto..

COME NASCE UN CORTOLa scuola e il linguaggio filmico (11) Le riprese, il montaggio grezzo e la revisione on line

Le riprese, il montaggio grezzo e la revisione on line A metà gennaio fummo pronti per le riprese, del resto il nostro piano di lavorazione prevedeva come inizio la data del 21 gennaio...
Leggi tutto..

COME NASCE UN CORTOLa scuola e il linguaggio filmico (13) Valutazione e Risultati

Metodi di insegnamento/apprendimento, risorse/strumenti e procedure Per la decodifica: visione del mediometraggio “Nastro rosa” con breve introduzione per inquadrare la tematica e/o il...
Leggi tutto..

Altri Articoli

Dove andremo a finire se la professionalità, la preparazione e la qualità del lavoro han sempre meno importanza?

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
IL CORTO - BASE

La mia mente è ancora in shock... ok sarò un fighetto, sarò abituato a voler il lavoro fatto ad alta qualità, verrò da un mondo completamente sballato ( lavorare spesso all'estero fa male ) ma ieri mi hanno dato un trauma ma veramente forte, mi chiama un amico per far delle foto di backstage per un videoclip in cui partecipa, prendo con me la mia 1dc, e vado (parco ottiche standard nel mio zainetto24-70, 70-200, 16-35, 50mm e 40mm e mi ritrovo su sto set a un certo punto mi vedo arrivare questi che giravano il video al che mi arriva il trauma... giravano con 2 cazzo di handycam stile filmino famigliare, guardo la preparazione del set altro trauma luci dove stanno? Sbattono 4 testine del cavolo stile festa da baretto di paesino e una macchinetta del fumo alla cazzo e iniziano le riprese. Ovviamente pure quelle alla cazzo senza preparazione scene etc... In tutta sincerità inizio a star male dopo tutto ciò anche perchè mi vien da pensare a che cazzo è servito farmi anni a studiare, imparare l'uso delle luci, a usare tutti i supporti di ripresa possibili e cercare le soluzioni migliori per portare a casa lavori fatti bene e professionali quando trovi in giro gente del genere che lavora???? Nel mondo normale (estero) gente del genere non lavorerebbe manco a gratis e da che so son stati pagati pure bene....
Ho pure sentito uno dei due dire a uno dei protagonisti del video che gli chiedeva ma non è meglio montare una luce per sta ripresa rispondergli tranquillo poi facciamo in post...
Altro trauma assurdo ricevuto dopo che per anni ho seguito gli insegnamenti che dicevano che luci e scena vanno fatte bene e solo migliorate in postproduzione....
VI Lascio con questo mio sfogo e vi chiedo ma dove andremo a finire se la professionalità, la preparazione e la qualità del lavoro han sempre meno importanza??? Dove andremo a finire se sempre più gente che piglia na camera, na reflex o mirrorles inizia a dirsi videomaker o fotografo???? Probabilmente nella merda o saremo costretti a emigrare verso paesi dove prima di tutto pretendono qualità e professionalità dove la gentaglia che si inventa videomaker non ha nessuna possibilità di lavorare e portar via lavoro a dei professionisti.....

Matteo Bertelli