Home Il Corto La Base per il Cortometraggio E' IMPORTANTE FREQUENTARE UNA SCUOLA DI CINEMA ?
COME NASCE UN CORTOLa scuola e il linguaggio filmico (6) La sceneggiatura

La sceneggiatura   Come fare a trasformare la nostra idea in un “film sulla carta”? Fu necessario spiegare bene ai ragazzi in cosa consisteva la sceneggiatura che...
Leggi tutto..

COME NASCE UN CORTOLa scuola e il linguaggio filmico (10) Piano di lavorazione, Story-board, segretaria di produzione

Il piano di lavorazione Sul piano organizzativo questo fu forse il momento più importante: era necessario ottimizzare i tempi e le risorse di cui disponevamo, pertanto insieme stabilimmo una...
Leggi tutto..

BASEOSSERVARE – PERCEPIRE - INTERPRETARE

Bisogna osservare, cioè guardare ed analizzare con attenzione tutto quello che ci passa davanti agli occhi. Non è facile. Non siamo abituati a farlo. E se lo facciamo adoperiamo spesso...
Leggi tutto..

COME NASCE UN CORTOLa scuola e il linguaggio filmico (11) Le riprese, il montaggio grezzo e la revisione on line

Le riprese, il montaggio grezzo e la revisione on line A metà gennaio fummo pronti per le riprese, del resto il nostro piano di lavorazione prevedeva come inizio la data del 21 gennaio...
Leggi tutto..

COME NASCE UN CORTOLa scuola e il linguaggio filmico (13) Valutazione e Risultati

Metodi di insegnamento/apprendimento, risorse/strumenti e procedure Per la decodifica: visione del mediometraggio “Nastro rosa” con breve introduzione per inquadrare la tematica e/o il...
Leggi tutto..

Altri Articoli

E' IMPORTANTE FREQUENTARE UNA SCUOLA DI CINEMA ?

Valutazione attuale: / 39
ScarsoOttimo 
IL CORTO - BASE

 

Naturalmente non stiamo parlando delle scuole statali ed universitarie, ma, ascoltando le numerose lamentele di varie persone che hanno seguito dei corsi a pagamento in scuole di cinema private, proviamo a darvi dei suggerimenti.

1) Non avete mai preso in mano una telecamera, ma questo mondo vi affascina? forse sarebbe preferibile leggere e cercare di apprendere e fare proprie tutte le idee, consigli e suggerimenti come quelli che trovate nel nostro sito, un sito che può darvi molte nozioni ed informazioni di cinema ma in modo completamente gratuito. Perchè spendere centinaia o migliaia di euro?, usate invece quel denaro per acquistare una bella videocamera (e relativi accessori) con cui imparare a lavorare...

Lavorare significa conoscere ed applicare tutte le possibilità che ci offre la nostra videocamera; significa fare dei piccoli e brevi filmati in cui applicare (anche, e solo in questi casi, copiando) gli effetti scenici, di luce, di inquadratura di altri corti e film; significa scrivere o trovare nel web piccole storie da produrre, in modo da imparare a costruire storie e cortometraggi via via più "importanti"... e soprattutto guardare il maggior numero di corti possibili, cercando di trovare e capirne sia i lati positivi che quelli critici. Solo così si cresce!
E ricordate che gli attestati delle scuole private non hanno alcun valore!!!

2) Se, invece avete già approfondito le nozioni di base e fatto molta pratica, non fermatevi alle belle presentazioni dei corsi scritte dai responsabili delle scuole di cinema, è naturale che loro ne parlino bene! Prendete molte informazioni, soprattutto dai vari studenti che hanno già terminato i corsi, fatevi mostrare i cortometragi girati dai ragazzi a fine corso, cercate di capire cosa quella scuola e quel certo corso può darvi di più di quello che già sapete,.... se siete fortunati, bene. Altrimenti perderete solo tempo e denaro!

Noi, che abbiamo visionato centinaia di cortometraggi di fine corso fatti dagli studenti di varie scuole di cinema, abbiamo visto spesso opere che non valevano niente, sia dal punto di vista della sceneggiatura che per la realizzazione tecnica. Solo alcune volte erano dei bei cortometraggi compiuti, formati cioè da storie complete con riprese e montaggi adeguati.
Troppi pochi però, per essere fatti con l'aiuto di una scuola di cinema ....

Il cinema, lungo o breve, quello vero, non fatto per giocare nei weekend, si impara con sacrifici, seguendo gratuitamente altre produzioni, piccole o grandi che siano, c'è sempre da imparare, guardando, curiosando, provando, ad esempio, a fare un backstage, o seguendo da vicino il direttore della fotografia, o l'aiuto regista prima ed il regista dopo....
Il cinema non ti fa guadagnare subito soldi.... ma preso nella misura giusta, può offrirti tanta cultura!

MA, se volete seguire un corso (di regia, di montaggio, di recitazione, ecc),
scegliete nell'elenco delle Scuole di Cinema private che noi vi consigliamo,
avendo già fatto una prima selezione...(cliccando qui).

SCUOLE DI CINEMA PUBBLICHE
Se devi frequentare una scuola, rivolgiti allora alle scuole pubbliche, da quelle più generiche come i vari DAMS universitari od i corsi di cinema che si trovano ad esempio alla facoltà di Lettere, a quelle più tecniche, da cui esci con una professionalità accertata. Leggi qui cosa sta scritto nel sito: www.italia.gov.it

Le scuole italiane di cinema
Per vivere il cinema dietro la cinepresa, è importante formarsi adeguatamente presso una delle tante scuole presenti in Italia.
Le più autorevoli sono a Roma e a Milano. Sono istituzioni che organizzano corsi per imparare a svolgere i tanti mestieri che servono per realizzare un lungometraggio.
Chi vuole diventare regista, sceneggiatore, produttore, montatore, operatore di ripresa, tecnico audio o video, può rivolgersi a istituti come il Centro sperimentale di cinematografia di Roma o la Scuola di cinema, televisione e nuovi media di Milano, oppure ancora alla Nuova università del cinema e della televisione (qui il nuovo nome Roma Film Academy dal 2015) e all’Istituto di Stato per la cinematografia e la televisione “Roberto Rossellini”, entrambi a Roma.
Il Centro sperimentale di cinematografia è attivo ormai da settant’anni: ha la sua sede principale a Roma, nello storico complesso di via Tuscolana, una sezione a Torino, interamente dedicata all’animazione e una sezione a Milano, indirizzata allo sviluppo della fiction televisiva europea e della comunicazione cinematografica d’impresa. Organizza corsi di alta specializzazione nell’ambito di tutte le discipline cinematografiche e dell’audiovisivo, avvalendosi delle più moderne attrezzature. Il CSC conserva anche un grande patrimonio cinematografico nel suo archivio, denominato nel 1949 Cineteca nazionale: 45 mila film, costituiti da una notevole collezione della cinematografia nazionale e dai titoli più significativi della storia del cinema mondiale.

www.ilcorto.it

Tanto per farvi un esempio che è accaduto a noi (quindi non per sentito dire...), "i migliori allievi" della "Scuola di Cinema" di Via Panisperna a Roma hanno rovinato la realizzazione di un nostro cortometraggio (che ha avuto un costo di oltre 2.000 euro). Quindi.... il nostro consiglio è di scegliere bene, anche per non buttare i vostri soldi !!!