Non esiste solo il cortometraggio: c'è anche il Backstage/Making of

Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
IL CORTO - BASE

 In lingua inglese backstage significa retroscena o più genericamente dietro le quinte. Mentre tutta una troupe lavora alla realizzazione di un cortometraggio, è consigliabile che una persona si armi della sua videocamera e svolga un lavoro che molto spesso è sottovalutato ma che poi è molto utile per la realizzazione del dvd finale: la realizzazione di un video di backstage. Il videobackstage è un ampliamento delle foto del backstage: si usa la stessa tecnica ma con un mezzo operativo diverso.

A nord-ovest di Smirne -162Non occorre una telecamera professionale, ne basta una piccola, anzi è consigliabile perchè più maneggevole, per andare in giro sul set, per curiosare, per cogliere gli attimi più critici delle riprese del corto: con una piccola camera si può non dare fastidio al regista, all'operatore ed agli attori, ma allo stesso tempo si possono fare delle inquadrature dall'alto o dal basso, possiamo incuneare la nostra mano "armata" in mezzo agli altri tecnici e carpire immagini e suoni che possono, dopo un'attenta fase di montaggio, caratterizzare il vostro lavoro mostrando le varie fasi di lavorazione del cortometraggio.

Nella scelta della videocamera l'unica cosa da controllare è la focale dell'obiettivo: più questo è gradangolo, meglio è: nei piccoli spazi potrete così inquadrare un campo maggiore. E dovete procurarvi vari nastri perchè una volta che cominciate, sarete presi dalla foga di riprendere tutto... naturalmente dovrete avere anche delle batterie di ricambio.

Mentre l'operatore "ufficiale" in un pomeriggio di lavoro, avrà effettuato riprese per poche decine di minuti, chi opera nel videobackstage avrà ore di filmati a sua disposizione. Quindi in fase di montaggio, bisogna scegliere i momenti salienti delle riprese: anche per il video backstage si devono seguire le stesse regole di montaggio, come quella di non allungare troppo la durata della proiezione finale.
In ogni caso, si possono, anzi si devono alternare i momenti rubati al set con veloci interviste al regista, agli attori, ai vari componenti la troupe... Usare bene il materiale a disposizione: ad esempio iniziare un'intervista seria all'attore principale e mandare poi in video tutti i suoi errori... alternare i momenti di pausa degli attori e dello staff tecnico o gli sguardi ripresi in primo piano, con delle riprese in cui si inquadra tutto il set.... Utilizzando la videocamera a mano libera, un lieve "mosso" potrebbe essere accettabile, come passare da zone illuminate a zone buie del set per poi tornare a quelle luminose.... Anche per il vostro video potete usare gli effetti speciali, senza abusarne....

Il risultato finale del videobackstage è, in realtà, un altro corto con tanto di regista e montatore...!

Ma il vostro girato, potrebbe essere anche utile al cortometraggio principale, per i titoli di coda, per esempio..... nell'esempio che segue, negli spazi neri potrebbero essere inseriti i componenti del cast artistico e tecnico .....

Eccovi un paio di esempi di Videobackstage, entrambi di circa 2 minuti e mezzo.
Il primo è del videoclip "Sal Da Vinci & Clementino - Chiamo Te"

 

Il secondo è del cortometraggio "In Luce" dei registi Niccolò Signorini e Marco Masini.

 

 

La foto è del backstage del corto di Fulvio Spagnoli "A nord-ovest di Smirne"