La nostra email è:
mail@ilcorto.it
Parola/Frase da Ricercare...
Chi è online
 52 visitatori e 1 utente online
Statistiche
Utenti : 26174
Contenuti : 3667
Link web : 1
Tot. visite contenuti : 9365497
Home Le origini del Cinema Origini Il cinema scientifico

Il cinema scientifico

Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
LE ORIGINI - Origini
 Il cinema, appena nato alla fine dell’Ottocento, ha dispiegato durante il secolo scorso tutto il suo
potenziale innovativo di industria e di linguaggio. Ma prima ancora di questo non possiamo non
definire il cinema come il frutto dell’applicazione tecnica di una ricerca scientifica. E questo
rapporto, cinema e scienza, ha percorso, fra alti e bassi, oltre 100 anni di storia a partire dal 1985.
Già i titoli di G. Méliès (Voyage dans la lune, 1902) e (Les rayon Roentgen, 1898) e in Spagna
Segundo de Chomon (Eclipse de sol, 1905) così come in Inghilterra Robert William Paul (The
motorist, 1905) e in Italia Roberto Omega (Neuropatologia, 1908) segnano da subito questo
rapporto, l’uso della scienza come pretesto per i loro racconti. In verità titoli annoverabili anche nel
sopracitato elenco.
All’inizio degli anni trenta si verifica un fatto molto interessante, quello che Alberto Elena definisce
la nascita del genere biografia scientifica, marcata al suo inizio dalla serie di film su Pasteur: il
Pasteur di Jean Epstein e di Jean-Benoit Lévy del 1922, quello di Sacha Guitry nel 1935, quindi The
story of Louis Pasteur (USA) di William Dieterle. Questo genere raggiungerà la sua massima
produzione qualche anno dopo con questi titoli più significativi: Robert Koch (Germania, 1939)di
Hans Steinhoff; The story of Alexander Graham Bell (USA, 1939) di Irving Cummings; Il grande
Edison (USA, 1940) di Clarence Brown; Il primo dei pochi (Gran Bretagna, 1942) di Lesile
Howard; Madame Curie (USA, 1943),di Mervin Le Roy; Paracelsus (Germania, 1943) di George
Wilhelm Pabst; The academic Ivan Pavlov (URSS, 1949) di Grigori Rochal.
Sarà la televisione da pochi anni nata a diffondere fra gli anni ’70 e ’90 significative biografie
scientifiche, da Microbes and men (Gran Bretagna, 1976) di Martin Worth e Denis Postle al
Madame Curie (Francia, 1991) di Michel Boisrond
Anche la televisione italiana darà spazio, negli anni ’70, ad opere soprattutto tese ad evidenziare
l’umus storico, politico, culturale in cui sono maturate varie e significative scoperte scientifiche .
Esiste, poi, anche una sterminata serie di prodotti audiovisivi e di documentari scientifici, prodotti
con pure intenzioni divulgative, didattiche e di applicazione di tecnologie risultato di varie scoperte
scientifiche, ad esempio nel campo della medicina, dell’astronomia, fisica, chimica ecc.
Di tutto questo materiale non è possibile qui darne conto, tranne dichiarare la disponibilità della
Mediateca a supportare eventuali ricerche di queste opere per iniziative che Enti e Associazioni
intenderanno promuovere.

di Roberto Salvadori, direttore di Mediateca regionale toscana