Home Sceneggiature Soggetti DOLCETTO o SCHERZETTO
SceneggiatureUGUALE A LUI sceneggiatura di Benedetta Nicoletti

  Uguale a Lui sceneggiatura di      Benedetta Nicoletti    Cellulare: +39...
Leggi tutto..

LEZIONICOME SCRIVERE UN ROMANZO FANTASY

Molte persone credono (erroneamente) che scrivere un romanzo (o una serie di romanzi) fantasy di sucCESSO sia una impresa epocale che soltanto poche penne elette posso portare a termine ! Niente di...
Leggi tutto..

SceneggiatureSEI DENTRO! sceneggiatura di Benedetta Nicoletti

Sei Dentro!  Sceneggiatura di Benedetta Nicoletti   Cellulare: +39 3896249686 Email: nicolettibenedetta@legalmail.it...
Leggi tutto..

SceneggiatureSettembre (appunti per una sceneggiatura abortita) di opinionidiuncane

Telecamera fissa su donna che si distende completamente sul divano; uomo fuori campo mette sul giradischi un disco.“I’ll be your mirror” da “The Velvet Underground & Nico” si diffonde...
Leggi tutto..

SceneggiatureVITA ORDINARIA sceneggiatura di Finetti Ester

VITA ORDINARIA di Finetti Ester     cellulare: +393450908650   e-mail: esterfinetti@gmail.com   pubblicata il...
Leggi tutto..

Altri Articoli

DOLCETTO o SCHERZETTO

Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 
SCENEGGIATURE - SOGGETTI

DOLCETTO O SCHERZETTO

(soggetto cortometraggio)

GENERE: muto, perciò onirico

TEMI: bullismo, amicizia

Nella prima B gli alunni sono seduti ai loro banchi, in maniera composta, e scrivono sui fogli che hanno davanti. Le loro braccia sembrano muoversi meccanicamente, da sinistra verso destra.
Tutto è ordinario, tutto è preciso, tutto è perfetto.
Finché un ragazzo non si accascia: la testa di RICHARD casca sul tavolo.
I compagni si voltano lentamente a guardarlo, poi fissano la scrivania dell'insegnate: è vuota.
Rimasti soli, si alzano in piedi e si avvicinano al banco di Richard.
LORENZO afferra una manica del maglioncino del ragazzo, la solleva e lascia ricadere il braccio.
Qualche ragazza è spaventata. Gli altri si fissano tra di loro cercando una spiegazione.
Poi ALESSIO nota la carta di una caramella accartocciata sul banco di Richard. La prende, la osserva e la mostra ai compagni.
Iniziano a sospettare qualcosa e MARTA ha un ulteriore indizio. Richiama l'attenzione degli altri, per mostrare che all'interno dello zaino di CHIARA c'è un pacco di caramelle, le stesse che hanno fatto svenire Richard.
I compagni non perdono tempo e giungono alla conclusione: Chiara è colpevole. Le puntano le dita contro e la minacciano con sguardi severi.

Chiara è scioccata, non può credere che la si accusi di questo né tanto meno sa come difendersi.

Sentendosi afferrare dalla mano di MANUEL, si libera e scappa fuori dall'aula. In cuor suo spera di trovare qualcuno a cui chiedere aiuto, ma la scuola è deserta.

Il banco di Richard trema, la sua testa si sta muovendo, sta ridendo!
Richard solleva il capo divertito e gli amici si compiacciono dello scherzo.

DESIRÉE, arrabbiata, segue Chiara nel tentativo di tranquillizzarla.
ANDREA, vedendo correre Desirée fuori dall'aula, la segue a sua volta.
Chiara si sta muovendo lungo il corridoio del piano superiore, spia fuori dalle finestre, ma anche da là non riesce a vedere nessuno.
A un tratto le appare LUCA alle spalle e le fa prendere uno spavento. Poi riconoscendolo si tranquillizza.
Luca sorride, tira fuori di tasca un foglio di quaderno, poi lo accartoccia e lo attorciglia, fino a fargli prendere la forma di una caramella. A quel punto si avvicina a Chiara, la quale appare preoccupata; infatti Luca la sta spaventando con la sua caramella di carta. Ma Chiara indietreggia, fino ad arrivare contro la parete.

Una volta con le spalle al muro sembra bloccata, ma per fortuna la porta accanto a lei si apre. Una mano dall'interno si sporge per afferrare Chiara per un braccio e trascinarla dentro.
La porta si richiude di scatto. Luca tenta di aprirla ma inutilmente.

Dall'altra parte c'è Desirée che, con forza, la tiene bloccata.

Quando Luca sembra essersi calmato, Desirée lascia la maniglia. Chiara le si getta tra le braccia per ringraziarla.

In quel momento, nel corridoio arriva Richard con la sua gang. Luca si agita per far capire loro che le ragazze sono chiuse dentro la stanza. Non vede l'ora di divertirsi, ma gli altri non sembrano ascoltarlo.

Desirée spia dal buco della serratura quel che sta accadendo fuori: a un gesto di Richard, GIUSEPPE e VALTER reagiscono afferrando Luca per le spalle e bloccandolo a terra.
A quel punto Richard gli si siede sopra per schernirlo.
Luca grida e tenta di sollevarsi, ma senza successo.

Desirée, approfittando della distrazione dei ragazzi, spalanca la porta e, afferrando Chiara per una mano, corre via trascinandosela dietro.

Richard si volta e le vede scappare. Grida ai suoi di prenderle ma sono già lontane. Ad ogni modo, si staccano da Luca che ne approfitta per sgattaiolare via e rifugiarsi in bagno.

I ragazzi e le ragazze rimaste in classe si sporgono dalla porta per spiare, ma non vedono nulla di interessante e si ritraggono.

Intanto Chiara e Desirée provano a uscire dalla scuola ma le porte sono chiuse.
Non sanno dove andare, ma in loro soccorso arriva Andrea che le sprona a seguirlo.

Gli allievi in classe si appoggiano con le spalle al muro e si siedono per terra, non hanno la forza di agire in alcun modo.
Chiara, Desirée e Andrea vedono finalmente un portone aperto. Felici, si fiondano verso l'uscita ma a pochi metri dalla salvezza, la via viene loro ostruita da Richard e la sua gang.
La banda era nascosta fuori, pronta ad attenderli.
I tre si fermano di schianto. Chiara e Desirée si guardano non capendo come abbiano fatto a precederle, ma quando si sentono afferrare le braccia da Andrea, comprendono di essere state tradite. Andrea se la ride.

ERIKA, che era seduta sul pavimento della classe, si alza in piedi. Tira un colpo a un quaderno e lo fa cadere. Ha trovato la forza di decidere.

Chiara è spaventata e Desirée prova a incoraggiarla.
Circondate dai ragazzi, si stringono una all'altra.

Richard le afferra per i capelli, loro chiudono gli occhi... ma non succede nulla.
Quando li riaprono si accorgono degli altri: coloro che erano rimasti fermi in classe, ora le stanno aiutando. Fanno scudo con i loro corpi e allontanano gli aggressori o li assimilano a loro.

Desirée e Chiara si sentono protette e parte dell'insieme.

Richard si allontana, sa di aver perso.

Frugando nella tasca trova ancora una caramella. La scarta e la mangia.
Ma la caramella gli va di traverso, Richard si sente soffocare.
Ormai è solo, nessuno può aiutarlo...

ma Chiara, che si era accorta di lui, lo raggiunge per dargli due colpi sulla spalla e farlo tornare a respirare.
Richard è commosso dal gesto della ragazza.

FINE

 

da Istituto Comprensivo Statale "E. FRASCARO" di Supersano (LE)

 
Sondaggio Sceneggiature
Scrivo Sceneggiature per...