Home Tecnica Avanzata per i Cortometraggi Animazione - possibilità lavorative
VIDEOCAMEREFotoVideocamera mirrorless LUMIX DC-GH5

La nuova fotocamera mirrorles Lumix GH5 colpisce nel segno con il suo sensore Mos digital live che vanta una risoluzione di ben 20,3 Megapixel e garantisce la massima qualità nelle...
Leggi tutto..

BASEConsigli per aspiranti registi con poco budget

Eccoci nuovamente coi nostri consueti consigli per aspiranti e giovani film-maker in erba (e con poco budget a disposizione), stavolta suggeriti dal sito Premium Beat, articolo...
Leggi tutto..

VIDEOCAMEREVideocamera SONY FDR-AX33 4K

Dai primi passi di un bimbo alla sua prima recita, la vita è piena di momenti importanti. Catturali tutti in dettaglio e in qualità 4K Ultra HD con la videocamera compatta...
Leggi tutto..

AVANZATAAlcune tecniche che gli aspiranti registi dovrebbero imparare da Alfred Hitchcock

Guardare una qualsiasi opera di Alfred Hitchcock, ormai lo sappiamo, non è solo un'esperienza di puro piacere come spettatore, ma anche una vera e propria lezione di cinema in cui gli aspiranti...
Leggi tutto..

AVANZATASony Digital Cinema 4K spiega i quattro motivi per cui il 4K è indispensabile

Oggi il 4K è ovunque. Da TV a PC, passando per proiettori home cinema, telecamere e tablet, il mondo si sta convertendo rapidamente all’Ultra HD. Malgrado ciò, in Italia,...
Leggi tutto..

Altri Articoli

Animazione - possibilità lavorative

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
TECNICA - AVANZATA

CINEMA DI ANIMAZIONE -

“Trucchi di un'arte sconosciuta ”

di Valerio Oss - Pixel Cartoon

Possibilità di lavoro in uno studio di Animazione

Dal regista al colorista, tutte le specializzazioni del cartoon

Vediamo ora un compendio delle varie categorie di lavori (artistici e non) in uno studio che realizza cartoni animati sia con il cosiddetto CEL-SYSTEM, (quello cioè che utilizza gli acetati trasparenti - i CELS appunto - da sovrapporre alla scenografia dipinta) sia con metodologie digitali e di computer grafica.

REGISTA

Lavora inizialmente con gli scrittori su nuove idee e supervisiona lo sviluppo della storia: approva gli schizzi dei personaggi; dirige la registrazione del dialogo e della musica; scrive i bar sheets, lavora con l'artista del layout, suggerisce gag agli animatori e supervisiona la fase del pencil test ordinando eventuali rifacimenti; supervisiona la coloritura dei fondali e dà l'OK per la fotografia finale del cartone. Il regista ha inoltre il compito di scegliere il produttore esecutivo (a volte è lui stesso) e quindi di assumerlo e licenziarlo in ogni momento.

AIUTO REGISTA

L'aiuto regista tiene un archivio generale di tutto il processo di realizzazione del film. Scrive i fogli macchina da affidare agli animatori, partendo dai bar sheets; alleggerisce molti lavori che dovrebbe svolgere il regista, cercando di prendere in mano più dettagli possibili del processo direzionale del film, senza ovviamente scavalcare il suo diretto e unico superiore.

SCRITTORE-SCENEGGIATORE

Crea la trama essenziale del film e le gag per i vari personaggi. Lavora (ma spesso sono più di uno) a stretto contatto con il regista e con l'artista dello storyboard. Anche in fase d'avanzata produzione collabora con il regista per eventuali modifiche alla trama o a certe gag. Alcuni scrittori scrivono anche le parole originali delle musiche del film.

ARTISTA DELLO STORYBOARD

Lavora con lo/gli scrittori, disegnando gli schizzi essenziali per un'interpretazione della storia in termini grafici. Deve essere un abile cartoonist, con la capacità di saper disegnare pose buffe o deve avere le conoscenze di base per schizzare i fondali (architettura e paesaggio).

DISEGNATORE DEI PERSONAGGI

Deve avere un ampio vocabolario di posizioni da applicare ai vari personaggi e molti differenti stili di disegno. E' fondamentale che i vari designs dei personaggi siano legati fra loro e possano essere facilmente animati, per questo spesso il lavoro è in stretto contatto con gli animatori. Il personaggio va poi illustrato in molte pose e da molti punti di vista, creando i cosiddetti “ model-sheet ”.

ARTISTA DEI LAYOUT

E' l'addetto degli abbozzi iniziali delle scenografie e delle posizioni fondamentali dei personaggi su di esse. Deve essere un eccellente cartoonist, capace di seguire i design di base dei vari personaggi e porli in pose buffe e umoristiche. Deve fare ricerche sui costumi, sull'architettura, sui paesaggi. E' essenziale avere una solida conoscenza della prospettiva e della composizione grafica. Deve inoltre essere in sintonia con le esigenze tecniche dell'animatore e dell'operatore della macchina da presa.

ANIMATORE e ANIMATORE 3D

Deve avere la capacità di animare diversi stili di personaggi, specialmente in uno studio dove la produzione principale è quella degli spot pubblicitari. Deve conoscere benissimo la recitazione nella teoria e nella pratica. Deve avere buone qualità tecniche e abilità di fare pose simpatiche e umoristiche. Deve conoscere alla perfezione la camera da ripresa verticale in modo da poter scrivere istruzioni comprensibili all'operatore. Deve inoltre avere una certa capacità organizzativa in modo da poter supervisionare il lavoro dell'assistente animatore e dell'intercalatore. L'animatore 3D ha il compito di portare l'animazione classica sullo strumento tecnologico, per creare movimenti realistici grazie a software d'animazione particolari, sempre e comunque tenendo in mente le tecniche classiche del disegno. Spesso l'animatore (l'artista) crea gli schizzi del personaggio bidimensionali e tecnici più specializzati applicano tali movimenti tramite il software di animazione al modello tridimensionale del personaggio.

ASSISTENTE ANIMATORE

Il suo compito principale è quello di aggiungere agli schizzi iniziali dell'animatore, altri intermedi delle pose principali, in modo da lasciare uno o due intermedi al massimo per l'intercalatore. Deve poi preparare la scena finita per il pencil test. Dopo l'approvazione del regista, l'assistente ripulisce gli schizzi e controlla il foglio macchina per eventuali errori. Calcola movimenti di panoramica. A mano a mano che l'assistente guadagna esperienza, l'animatore gli dà da animare piccoli spezzoni di scena, fino ad arrivare all'indipendenza completa, animando delle scene lui stesso.

INTERCALATORE

L'assistente dell'assistente animatore riceve compiti solitamente semplici all'inizio, lavorando prima su singole intercalazioni, poi arrivando a 3 fino a 5 al massimo. Ci sono pochi artisti che scelgono di fare dell'intercalazione una vera professione. Di solito puntano a diventare assistenti animatori e infine animatori.

PIANIFICATORE (PLANNER)

Questo lavoro solitamente consiste nel controllare ogni scena, una volta ripulita, in modo da vedere se sia possibile combinare più disegni sullo stesso CEL prima che la scena venga xerografata, così da risparmiare la spesa di CEL supplementari (oggi ancora molto costosi) e semplificare il lavoro dell'operatore di camera. Serve una persona con un forte senso dell'ordine e una gran conoscenza della camera. Questo lavoro sta ormai scomparendo o è del tutto scomparso grazie all'apporto, in fase di ripresa, del computer che permette di evitare anche l'uso dei CEL e della loro coloritura.

ARTISTA DEI FONDALI - SCENOGRAFO

E' generalmente un ottimo illustratore con conoscenze d'ogni tipo di tecnica pittorica. Acquerelli, acrilici, oli, pastelli, e carta ritagliata sono di solito i materiali maggiormente usati dallo scenografo, e oggi anche computer grafica e programmi di paint 2D. Molti artisti del layout disegnano con pochissimi dettagli, lasciando questo compito allo scenografo che deve essere preparato per l'occasione. Spesso chi fa questo genere di lavoro non è un vero e proprio cartoonist ma una persona con solida educazione d'arte classica.

OPERATORE XEROX, SCANNER

Anche qui ci troviamo di fronte ad un lavoro che non richiede abilità artistiche e che sta scomparendo. E' praticamente l'opera di fotocopia degli originali a matita su acetato trasparente. Con l'introduzione del computer ogni disegno a matita viene ora direttamente importato e digitalizzato con scanner nel computer e qui colorato con programmi appositi detti di PAINTING.

COLORISTA

Spessissimo questo lavoro, che consiste nel colorare sul retro i vari CELS con tempere acriliche, era svolto da donne. Anche qui non sono richieste particolari abilità artistiche ma pazienza e precisione, oltreché una mano molto ferma. Il computer sta sostituendo anche questo tipo di lavoro, permettendo di velocizzare la produzione e utilizzare un personale più ristretto che opera su programmi di PAINT direttamente interfacciabili con la camera da ripresa o lo scanner che importa il disegno a matita da colorare a video.

CONTROLLORE GENERALE

Qui l'addetto verifica se le CELS e il montaggio digitale combaciano con i fondali, soprattutto nel caso di tagli particolari per vedere se il tutto è perfettamente a registro.

OPERATORE DI RIPRESA

Deve avere una solida conoscenza di tutti gli aspetti della fotografia, soprattutto della cinepresa verticale (ora spesso sostituita da telecamere e scanner ad alta risoluzione). Soprattutto deve avere una gran pazienza perché gran parte del processo di fotografia dell'animazione è un lavoro macchinoso e ripetitivo. Il computer oggi sostituisce in toto il lavoro dell'operatore di ripresa, che comunque è ancora presente e opera su programmi dedicati che permettono sofisticatissimi movimenti di macchina, con profondità di campo e multiplane a illimitati livelli.

EDITOR-MONTATORE / EDITOR DEL SUONO

A differenza del montatore nei film dal vero, quello nell'animazione non ha l'opportunità di scegliere le scene migliori, tagliarle e montarle a piacimento. Questo perché le scene sono CONTATE, esattamente quelle che poi andranno in montaggio perché il gran lavoro d'animazione dietro ad ogni scena non permette molti rifacimenti come nel film dal vero. Il montatore nel cartone animato ha il compito di mettere insieme in sequenza le varie scene, come da BAR SHEET, seguire le sessioni di registrazione audio e sincronizzare il tutto. Opera fin dai primissimi momenti della produzione perché l'esperienza di un buon montatore dà un tocco al film che solamente lui può avere. Un buon film è tale anche e soprattutto per un buon montaggio, susseguenza dinamica e logica delle scene.

L'editor del suono ha ovviamente il compito del montaggio sonoro di effetti audio, dialogo e rumori di fondo, che vanno perfettamente sincronizzati con il video: spesso si usano software per la creazione di effetti surround con metodologie di Dolby Digital, DTS ecc., ma i migliori effetti si realizzano ancora con l'utilizzo di tecniche tradizionali e registrazioni dal vero.

 

Tutti questi lavori sono ovviamente raggruppabili, in modo cioè che una stessa persona svolga più compiti diversi. Normalmente nel piccolo studio di produzione, oltre al regista che può essere l'art director dello studio, ci sono uno o più animatori (con i loro intercalatori) che spesso creano anche i personaggi principali assieme all'art director, una persona addetta al computer e allo scanner, una serie di coloriste/i digitali, un addetto ai controlli, al pencil test e alle riprese finali con la camera verticale o programma di camera f/x.