Home Tecnica Avanzata per i Cortometraggi Quali sono le pellicole meglio fotografate della storia del cinema?
VIDEOCAMEREFotoVideocamera mirrorless LUMIX DC-GH5

La nuova fotocamera mirrorles Lumix GH5 colpisce nel segno con il suo sensore Mos digital live che vanta una risoluzione di ben 20,3 Megapixel e garantisce la massima qualità nelle...
Leggi tutto..

VIDEOCAMEREVideocamera SONY FDR-AX33 4K

Dai primi passi di un bimbo alla sua prima recita, la vita è piena di momenti importanti. Catturali tutti in dettaglio e in qualità 4K Ultra HD con la videocamera compatta...
Leggi tutto..

AVANZATASony Digital Cinema 4K spiega i quattro motivi per cui il 4K è indispensabile

Oggi il 4K è ovunque. Da TV a PC, passando per proiettori home cinema, telecamere e tablet, il mondo si sta convertendo rapidamente all’Ultra HD. Malgrado ciò, in Italia,...
Leggi tutto..

AVANZATASistema di Chroma Key Datavideo

Da Datavideo, ecco un sistema semplice ed economico per realizzare un perfetto Chroma Key. Semplice perchè non richiede grandi spazi; economico perchè non richiede tanta luce aggiunta. Il...
Leggi tutto..

Quali sono le pellicole meglio fotografate della storia del cinema?

Valutazione attuale: / 6
ScarsoOttimo 
TECNICA - AVANZATA

Un'ottima fotografia non sarà tutto, ma di certo, è molto. Ne sanno qualcosa degli artisti come Vittorio Storaro ed Emmanuel Lubezki, perennemente contesi dall'industria internazionale per la maniera in cui riescono ad arricchire l'impatto estetico di un film, a renderlo ancora più incisivo, indimenticabile, totale. 

giorni-del-cielo Miglio FotografiaMa quali sono le pellicole meglio fotografate della storia del cinema? Difficile se non impossibile rispondere. Ad averci provato è Scout Tafoya di Fandor, che per l'occasione ha organizzato un sondaggio coinvolgendo ben 60 critici. Il risultato complessivo comprende ben 12 titoli, su cui svetta l'imprescindibile I giorni del cielo, girato da Terrence Malick nel 1979 col grande Nestor Almendros come maestro delle luci. Segue, in seconda posizione, un film di culto come Barry Lyndon di Stanley Kubrick, opera in cui la fotografia di John Alcott va in perenne esplorazione di obiettivi e risoluzioni, diventando un autentico punto di riferimento che ancora oggi si studia nelle scuole di cinema.

A chiudere il podio, infine, è un altro capolavoro firmato Kubrick, ovvero 2001: Odissea nello spazio. Se il film è entrato nella storia del cinema è chiaramente solo merito di Stanley, ma di certo non può che aver aiutato anche il lavoro del dop Geoffrey Unsworth, che ha saputo alternare con assoluta meraviglia il gelo e il tripudio lisergico, la compostezza cromatica e il trip in acido.

Qui, in definitiva, i 12 film scelti dai 60 esperti:

1) I giorni del cielo (Nestor Almendros)
2) Barry Lyndon (John Alcott)
3) 2001: Odissea nello spazio (Geoffrey Unsworth)
4) Quarto potere (Gregg Toland)
5) Aurora (Karl Struss and Charles Rosher)
6) Il conformista (Vittorio Storaro)
7) Scarpette rosse (Jack Cardiff)
8) I compari (Vilmos Zsigmond)
9) La morte corre sul fiume (Stanley Cortez)
10) Apocalypse Now (Vittorio Storaro)
11) I magnifici Amberson (Stanley Cortez)
12) The Tree of LIfe (Emmanuel Lubezki)

Articolo di Pierre Hombrebueno per farefilm.it