Home Tecnica La Base per i Cortometraggi La prospettiva forzata su Tutto Digitale
AVANZATAPudovkin. Il montaggio come creazione artistica

Tra i primi registi a comprendere le potenzialità espressive e artistiche del montaggio vi è sicuramente il russo Vsevolod Pudovkin. Fondamentale in questo senso è l’esperimento da lui condotto...
Leggi tutto..

VIDEOCAMEREFotoVideocamera mirrorless LUMIX DC-GH5

La nuova fotocamera mirrorles Lumix GH5 colpisce nel segno con il suo sensore Mos digital live che vanta una risoluzione di ben 20,3 Megapixel e garantisce la massima qualità nelle...
Leggi tutto..

VIDEOCAMEREPanasonic HD HC-V160

Quanto bisogna spendere per conprare una videocamera per girare un vostro primo cortometraggio? 200 euro per iniziare vi sembrano troppi? Prendiamo ad esempio la Panasonic HD...
Leggi tutto..

BASEConsigli per aspiranti registi con poco budget

Eccoci nuovamente coi nostri consueti consigli per aspiranti e giovani film-maker in erba (e con poco budget a disposizione), stavolta suggeriti dal sito Premium Beat, articolo...
Leggi tutto..

AVANZATAQuali sono le pellicole meglio fotografate della storia del cinema?

Un'ottima fotografia non sarà tutto, ma di certo, è molto. Ne sanno qualcosa degli artisti come Vittorio Storaro ed Emmanuel Lubezki,...
Leggi tutto..

Altri Articoli

La prospettiva forzata su Tutto Digitale

Valutazione attuale: / 5
ScarsoOttimo 
TECNICA - BASE

 

La prospettiva forzata su Tutto Digitale -foto tutorialweb.orgNel corso degli anni molte pellicole cinematografiche hanno fatto uso di questa caratteristica percettiva del cervello, esasperandola fino ai massimi livelli. Tale esasperazione prende il nome di “prospettiva forzata” ed è stata applicata con successo nella trilogia de “Il Signore degli Anelli” di Peter Jackson (2001-2003), oppure in “Elf – un elfo di nome Buddy” di Jon Favreau (2003) o ancora in “Una donna in crescendo” di Christopher Guest (1993). Questa tecnica consiste nell’avvicinare o allontanare la camera da determinati oggetti, o soggetti, in modo che questi appaiano più grandi o più piccoli rispetto all’ambiente o ad altri elementi della scena. Si opera quindi proprio ‘forzando’ la prospettiva all’interno della ripresa, in modo che essa restituisca a schermo una percezione corretta degli elementi, anche se nella realtà la relazione tra questi è totalmente differente. In un video potreste ammirare una ‘patrol‘ della polizia americana di Los Angeles parcheggiata, con le luci accese, in una qualsiasi via delle nostre città. Sebbene si tratti di un evento improbabile, è comunque possibile che qualche produzione la importi in Italia per girare la scena di un film. Quella auto in un video potrebbe essere stata noleggiata per la scena di un film…

Peccato che molo spesso sia tutto assolutamente falso! Volete sapere perché? Leggete l’articolo dedicato agli Effetti Speciali sul numero 101 di Tutto Digitale e potrete ottenere lo stesso risultato anche nei vostri video. (la foto utilizzata è di tutorialweb.org)