Home Tecnica La Base per i Cortometraggi La protezione dei diritti musicali passa da 50 a 70 anni
AVANZATASony Digital Cinema 4K spiega i quattro motivi per cui il 4K è indispensabile

Oggi il 4K è ovunque. Da TV a PC, passando per proiettori home cinema, telecamere e tablet, il mondo si sta convertendo rapidamente all’Ultra HD. Malgrado ciò, in Italia,...
Leggi tutto..

AVANZATASistema di Chroma Key Datavideo

Da Datavideo, ecco un sistema semplice ed economico per realizzare un perfetto Chroma Key. Semplice perchè non richiede grandi spazi; economico perchè non richiede tanta luce aggiunta. Il...
Leggi tutto..

La protezione dei diritti musicali passa da 50 a 70 anni

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
TECNICA - BASE

La nuova direttiva intende aumentare il livello di protezione degli artisti riconoscendo il loro contributo creativo e artistico. La direttiva prevede anche misure per garantire che gli artisti che hanno trasferito i loro diritti esclusivi ai produttori di fonogrammi possano effettivamente beneficiare della proroga del termine e possano recuperare i loro diritti a determinate condizioni. Inoltre, la direttiva armonizza le modalità di calcolo della durata di protezione per gli autori delle canzoni e altre “composizioni musicali” con testo creato da diversi autori. La durata della protezione scade 70 anni dopo la morte dell'ultima persona che sopravvive tra l'autore del testo o il compositore della musica.

Gli Stati membri dovranno recepire le nuove disposizioni nel diritto nazionale “entro due anni”.
L'adozione della direttiva, che modifica la direttiva 2006/116/CE, segue un accordo con il Parlamento europeo in prima lettura.

Francesca Greco
Rappresentante Giart negli organismi UE e internazionali