Home Tecnica La Base per i Cortometraggi Lo SplitScreen
VIDEOCAMERENikon D500: DX al top con video UHD 4K

Praticamente in contemporanea con la nuova D5, Nikon lancia la nuova ammiraglia della gamma di reflex digitali in formato DX, siglata D500. Tre sono le caratteristiche su cui la casa giapponese punta...
Leggi tutto..

VIDEOCAMERESony Camcorder NXCAM

Camcorder NXCAM portatile compatto Full-HD con caratteristiche professionali e sensore CMOS Exmor? R da 1". Il camcorder NXCAM HXR-NX100 è dotato del sensore CMOS Exmor R retroilluminato da 20...
Leggi tutto..

SOFTWARE MONTAGGIORiprese tremolanti? Non è più un problema

Una buona notizia per provare a salvare riprese tremolanti. Proposta da proDAD, arriva Mercalli V4 SAL e promette di stabilizzare in post-produzione...
Leggi tutto..

BASELo SplitScreen

SplitScreen, in gergo cinematografico vuol dire letteralmente schermo diviso. Si usa in genere per frazionare in due parti lo schermo e raccontare simultaneamente due cose nello...
Leggi tutto..

VIDEOCAMEREKinefinity: piccole grandi macchine da presa

Kinefinity, azienda con quartiere generale a Pechino, sembra intenzionata a sbarcare prossimamente anche sui principali mercati europei, in particolare con due modelli, siglati...
Leggi tutto..

Altri Articoli

Lo SplitScreen

Valutazione attuale: / 6
ScarsoOttimo 
TECNICA - BASE

Partendo da questo semplice concetto, il regista del cortometraggio che vi proponiamo oggi, ha confezionato un piccolo gioiellino, visivo e narrativo. Possono due persone che vivono dall’altro capo del mondo, avere qualcosa in comune?

Due vite parallele, apparentemente scollegate, una a New York [fotografata magnificamente] l’altra a Parigi, attraverso il viaggio [tema vastissimo cui il mondo della celluloide in genere ha attinto tantissimo] riusciranno a incrociare le loro vite?

Inutile raccontare oltre, il consiglio, ormai scontato per chi ci segue, è quello di vedere il corto.

Il cortometraggio ha vinto il Nokia short 2011 competition ed infatti la particolarità è quella di essere stato girato interamente con un telefonino.

Il regista è James W. Griffith. Molto interessante, per chi ama il genere Behind the Scenes, guardare il Making of. Lo trovate qui. [Splitscreen: Making of]

dal sito webshortfilms.wordpress.com