L'uso di lenti grandangolari e teleobiettivo crea differenze significative nella composizione, nella percezione dello spazio e nella narrazione visiva in un cortometraggio o in un film. Queste differenze sono principalmente dovute alle caratteristiche intrinseche di queste lenti:

Grandangolo (Wide Angle):

  1. Campo Visivo: Le lenti grandangolari hanno un campo visivo più ampio, il che permette di catturare più ambiente nella scena.
  2. Distanza Percepita: Tendono a esagerare la distanza tra gli oggetti, rendendo gli spazi più aperti e più vasti.
  3. Distorsione: Possono causare una certa distorsione, soprattutto ai bordi dell'immagine, dove gli oggetti possono sembrare allungati o deformati.
  4. Immersività: Sono efficaci per immergere lo spettatore nell'ambiente, poiché permettono di catturare sia il soggetto che il contesto circostante.
  5. Dinamicità: Sono spesso usate per dare dinamismo alla scena, adatte per sequenze d'azione o per dare un senso di urgenza o di caos.
  6. Uso Narrativo: Possono essere usate per enfatizzare la solitudine di un personaggio in un grande spazio o per sottolineare la distanza tra i personaggi.

Teleobiettivo (Telephoto):

  1. Campo Visivo: Le lenti teleobiettivo hanno un campo visivo più ristretto e sono usate per isolare soggetti lontani, portandoli visivamente più vicini.
  2. Compressione dello Spazio: Tendono a comprimere lo spazio, facendo sembrare gli oggetti più vicini tra loro rispetto alla loro effettiva distanza.
  3. Meno Distorsione: Producono generalmente meno distorsione rispetto ai grandangolari e sono eccellenti per ritratti, poiché mantengono proporzioni facciali naturali.
  4. Separazione dallo Sfondo: Sono ottimi per separare il soggetto dallo sfondo, spesso creando uno sfondo sfocato o "bokeh", che enfatizza il soggetto.
  5. Stabilità: Sono più suscettibili al movimento della fotocamera (il tremolio è più evidente), quindi spesso richiedono l'uso di treppiedi o di sistemi di stabilizzazione.
  6. Uso Narrativo: Possono essere usati per creare un senso di intimità o di isolamento, focalizzando l'attenzione dello spettatore esclusivamente sul soggetto.

In sintesi, mentre le lenti grandangolari sono più adatte per scene che richiedono una sensazione di ampiezza, movimento o contesto ambientale, le lenti teleobiettivo sono ideali per isolare i soggetti, creare intimità o enfatizzare i dettagli. La scelta tra l'uso di un grandangolo o di un teleobiettivo dipenderà quindi dagli obiettivi narrativi e stilistici del filmmaker.