Acquedolci Independent Film Festival 2008 PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
CONCORSI Cortometraggi - RISULTATI

1° INDEPENDENT FILM FESTIVAL: ACQUEDOLCI È INTERNAZION ALE

Grande successo di pubblico e critica per la prima edizione dell’Acquedolci Independent Film Festival (AIFF), Concorso internazionale per cortometraggi indipendenti già insignito della certificazione di qualità TopVideo 2008 da Tutto Digitale, conclusosi il 13 settembre scorso presso il Teatro dei Padri Giuseppini del Murialdo di Acquedolci.

«Sono affascinato» ha entusiasticamente commentato il Dott. Sergio Arena, corrispondente del Corriere della Sera presente all’evento, che si è detto «emozionato per l’attenzione rivolta dal pubblico ad una iniziativa che reputo un volano in grado di proiettare questo magnifico territorio in un contesto geografico e turistico nazionale e internazionale».

Alla presenza di un foltissimo pubblico, al termine della proiezione delle 10 opere finaliste brillantemente presentate da Cristian Armao che ha condotto lo spettacolo, sono stati proclamati i vincitori della 1ª edizione del Festival cinematografico acquedolcese: “Compito in classe”, del regista barese Daniele Cascella, si è aggiudicato il Premio AIFF 2008 per il miglior cortometraggio, il Premio PsychoLand per il cortometraggio più votato dalla Giuria popolare, nonché il Premio della Stampa, già tributato lo scorso 31 agosto dalla Com missione Giornalistica accreditata al Festival. A “Tana libera tutti” di Vito Palmieri è andato il Premio MineMed 2008 per la migliore colonna sonora.

«“Compito in classe” è un corto difficile che parla dell’infanzia negata, violata e maltrattata» ha dichiarato il vincitore Daniele Cascella presente all’evento, già regista di 2ª unità per Pupi Avati, Giuseppe Tornatore, Ettore Scola e Ricky Tognazzi e vincitore del Giffoni Film Fe stival 2006. Accolto calorosamente dal numeroso pubblico in sala, il regista pugliese si è detto «felice che il cortometraggio abbia toccato così intensamente il cuore degli spettatori».

“Compito in classe” ha vinto con la seguente motivazione: «per la realizzazione tecnica e le modalità narrative attraverso cui il soggetto è proposto, inequivocabili prove di s tile, eccellenza registica e sensibilità autoriale. Per l’uso sapiente ed equilibrato della fotografia, efficace strumento di esaltazione dei contrasti. Per il significativo messaggio di sopravvivenza dell’ingenuità e dell’amore all’abominio dell’orrore e della violenza, nonché per l’ampiezza dello spettro di fruizione del messaggio stesso. Per la forza espressiva con cui l’opera denuncia l’abuso sui minori».

Nel complimentarsi con gli organizzatori – l’Associazione Turistica Pro Loco Acquedolcese presieduta da Francesco Sciambarella e la PsychoLand, l’officina della molteplicità di Antonio Giuseppe Valenti, scrittore e videomaker acquedolcese Direttore Artistico del Festival – il primo cittadino di Acquedolci, Avv. Ciro Gallo, ha definito l’AIFF «una iniziativa culturale meritoria ed importante di cui auspichiamo fortemente la continuità, un evento accolto con grande favore dalle Istituzioni e dagli Organi di Stampa, che proietta Acquedolci oltre i confini territoriali».

Concorde l’Assessore Provinciale alla Pubblica Istruzione, Prof. Giuseppe Di Bartolo, il quale ha sottolineato l’importanza del carattere internazionale della rassegna cinematografica acquedolcese.

Soddisfatto del successo dell’iniziativa si è dichiarato il Presidente della locale Pro Loco Francesco Sciambarella, certo che «l’evento, ponendosi quale momento di scoperta e trasmissione culturale, possa costituire un adeguato spazio di valorizzazione per tutti quei talenti che già si muovono o aspirano a muoversi nel mondo del cinema».

Così come il Direttore Artistico dell’AIFF, Antonio Giuseppe Valenti, commentando il successo lo ha definito «in piena armonia con gli alti obiettivi del Festival, votato alla ricerca di un cinema nuovo che tratti temi utili ad un costruttivo confronto multiculturale».