Il Cinema digitale PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
TECNICA - AVANZATA

IL CINEMA DIGITALE - TECNICA E COMPRESSIONE

Il nuovo Cinema Digitale utilizza la memorizzazione dei filmati tramite una rappresentazione in alta qualità dei dati (bit/byte, ecc) dell'immagine al posto della tradizionale pellicola usata fino ad oggi nelle riprese e nelle proiezioni nelle sale cinematografiche tramite pellicola. Nel futuro, che è già iniziato, tutto quello che prima veniva fatto con una pellicola di celluloide trattata chimicamente, verrà effettuato tramite videocamere digitali e proiettori digitali. Tenendo presente l'enorme quantità di dati che devono essere gestiti in tali applicazioni, dobbiamo prevedere (e si stanno realizzando) una compressione dei dati elevata.
Quindi, ricapitolando, il cosidetto Cinema Elettronico fa uso della digitalizzazione a posteriori della pellicola, per nuove commercializzazioni, come per esempio l'uso della visione in DVD. Invece il nuovo Cinema Digitale sostituisce integralmente la catena del processo filmico legato all'uso della pellicola, sia in fase di acquisizione delle immagini e del sonoro, sia nelle varie fasi del montaggio.

Per far sì che tutto questo sia possibile, il Cinema Digitale deve almeno raggiungere e se possibile superare la qualità massima raggiunta dalle moderne pellicole cinematografiche. Gli standard di compressione utilizzati fino ad oggi hanno diversi limiti per l'uso nell'ambito del Cinema Digitale. I limiti sono: la risoluzione massima, le alte compressioni che sono solo con perdite dei dati, ecc.

Lo standard chiamato Motion JPEG 2000 sarà uno standard eccellente per un uso nell'ambito del Cinema Digitale, infatti consente uno spazio sufficiente nella descrizione dell'informazione e dispone di straordinarie caratteristiche. Alcune di queste sono: Risoluzioni di almeno 8192x8192 Pixel (dove per una scansione da pellicola 35mm oggi abbiamo 4096x3112); uno spazio Colore: sRGB, SRGB-YCC; un numero delle componenti colore: 3-4 (es: RGBA); bitdepth: 10-16 Bit/componente colore; campionamento pixel: 4:2:2 - 4:4:4; compressione matematicamente senza perdite; sincronizzazione con audio.

Questi requisiti possono essere raggiunti tramite il Motion JPEG 2000 che è uno standard di compressione molto efficace già disponibile per la soluzione dei requisiti posti durante l'acquisizione per il Cinema Digitale.