La grammatica del Film PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 
TECNICA - AVANZATA

LA GRAMMATICA DEL FILM

Chi inizia a montare da sé il propri filmini e ha il gusto di saperne di più di montaggio video si trova spesso a disagio con una serie di termini tecnici. Sembra quindi opportuno fare un po’ di chiarezza e aiutare i novelli appassionati del montaggio video a impadronirsi dei vocaboli di questo mondo.

■ Piano: è costituito da una serie di fotografie. Per meglio intendersi su ciò che è il piano, possiamo dire che è per il regista ciò che le parole sono per lo scrittore: il mattone fondamentale con il quale costruire la descrizione di un avvenimento o uno stato d’animo.

■ Scena: è costituita da una successione di piani. La scena può essere considerata l’unità fondamentale della  Cinematografia: la sceneggiatura viene infatti suddivisa in scene e il film viene girato una scena alla volta. Nel montaggio video, una clip può anche riguardare una singola scena.

■ Sequenza: è costituita da una successione di scene. La sequenza descrive in genere un atto nella sua interezza ed è per questo che, nel montaggio video, è consuetudine salvare le sequenze in singoli file chiamati clip. Una clip è quindi paragonabile a un atto teatrale, per lo meno in riferimento a quelle rappresentazioni con un elevato numero di atti, in cui è frequente il cambio di scenografia.

■ Film: è costituito da una successione di sequenze.

Sempre più frequentemente, oggi, si verifica il caso in cui più film costituiscono una saga. Esempi molto conosciuti di questa prassi sono Guerre Stellari, Matrix e Il Signore degli Anelli (ma l’elenco non si esaurisce qui), i cui appassionati in questi ultimi anni non sono certo rimasti a digiuno.