OCCHIO = OBIETTIVO PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 6
ScarsoOttimo 
TECNICA - BASE

Noi usiamo i nostri occhi senza pensarci... e non conosciamo affatto l'obiettivo della macchina fotografica o della nostra cineprsa. L'occhi e l'obiettivo si comportano nella stessa identica maniera.
L'obiettivo è quello strumento ottico che serve a trasferire su pellicola (o su nastro) un'immagine, l'immagine che gli si pone di fronte. Il primo obiettivo era pressochè identico ad un occhio umano: era un piccolo foro in cui passava della luce. Poi è stato migliorato, per poter riprodurre al meglio l'immagine ripresa. E sono state usate le lenti, più lenti che poste in un certo ordine riescono a dare un ottimo risultato. Una buona enciclopedia ci da questa definizione:

OBIETTIVO sistema ottico convergente, formato da una o più lenti ( obiettivo diottrico ) o da uno o più specchi ( obiettivo catottrico ), che ha la funzione di fornire un'immagine reale di un dato oggetto. Gli elementi caratteristici di un obiettivo sono principalmente: a) l' apertura relativa , che è il rapporto tra il diametro della pupilla d'ingresso e la distanza focale; b) il fattore di trasparenza , rapporto tra il flusso luminoso uscente dall'obiettivo e il flusso incidente; c) l' angolo del campo (o campo ), angolo entro il quale le immagini di oggetti fornite dall'obiettivo risultano sufficientemente esenti da aberrazioni; d) l' ingrandimento ; e) il potere risolutivo . L'apertura e il fattore di trasparenza determinano la luminosità dell'obiettivo. A seconda dell'impiego, gli obiettivi si distinguono in obiettivi da cannocchiale, obiettivi da microscopio e obiettivi fotografici.

Sono stati costruiti obiettivi a focale fissa (ovvero ben determinata e non variabile) o variabile, cioè zoom.
Gli obiettivi con lunghezza focale fissa hanno generalmente un'apertura massima maggiore rispetto agli obiettivi zoom. Dagli obiettivi ultra grandangolari, ideali per scattare foto al chiuso, ai teleobiettivi lunghi, per fotografare gli animali, gli eventi sportivi e mondani.

Gli obiettivi zoom sono molto utili. Sono l'equivalente di due o più obiettivi con lunghezza focale fissa contenuti in una sola unità. L'apertura massima di alcuni obiettivi zoom cambia quando si modifica la lunghezza focale, ma il controllo auomatico in genere tiene conto di questa variazione e fornisce l'esposizione corretta.

Esistono anche gli obiettivi decentrabili: questi obiettivi speciali con i loro movimenti di basclumento e di decentramento ampliano ulteriormente le possibilità fotografiche. I movimenti di decentramento consentono di ottenere un'ampia profondità di campo anche con apertura massima del diaframma e di mantenere a fuoco l'intero soggetto. I movimenti di bascualmento correggono l'effetto trapezoidale che si può osservare nelle foto di oggetti allungati, ad esempio di edifici, in modo che il soggetto non risulti distorto.

Se desiderate ingrandire al massimo le cose più piccole, scegliete uno degli obiettivi Macro. Gli obiettivi Macro possono rivelare dettagli che sarebbe impossibile osservare a occhio nudo e permettono di vedere sotto un'altra prospettiva soggetti estremamente minuti come gli insetti o i petali di un fiore piccolissimo.

Alcuni obiettivi dispongono di uno stabilizzatore di immagine incorporato che impedisce che una foto o la ripresa venga "mossa" a causa delle vibrazioni della fotocamera. Questo stabilizzatore è particolarmente utile nel caso di foto in primo piano, quando sono richieste velocità lente dell'otturatore o in tutte le situazioni in cui non è possibile utilizzare una fotocamera con treppiede. Le vibrazioni vengono rilevate da sensori giroscopici che forniscono i dati necessari per eliminarle.