Scegliere la prima telecamera Stampa
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
TECNICA - VIDEOCAMERE


Perché acquistare una videocamera digitale? Differenze tra telecamera Digitale ed analogica

Qual è la differenza tra video analogico e video digitale?

In un video analogico, la luce e il suono vengono catturati e registrati come segnali elettrici, trasmessi come onde che possono essere rappresentate dal movimento ascendente e discendente di una linea. Questi segnali somigliano all'andamento ondulato delle valli e dei picchi di montagna, con variazioni nell'altezza delle montagne e nella profondità delle valli, nonché variazioni nelle distanze tra i picchi e tra le valli. Nel caso della luce, le variazioni sono le differenze tra l'oscurità e la luminosità intensa; analogamente avviene per i colori. Nel caso del suono, le differenze sono date dall'assenza di suono udibile e la presenza di un suono molto forte.

Considerata la pubblicità martellante sul passaggio al digitale, forse vi starete chiedendo se dovete unirvi al gruppo degli utenti del video digitale. In realtà, non è difficile prendere una decisione se si conoscono i vantaggi offerti dalla videocamera digitale rispetto all'analogica.
La DIGITALE contiene il triplo dei dati in più rispetto a una videocamera analogica, consentendo così una migliore resa dei colori e dell'audio; è pressoché immune ai problemi relativi al segnale, come gli errori di interfaccia e di tempistica, che influenzano la qualità delle immagini e del suono registrati; non subisce alterazioni della qualità delle immagini quando si effettua il trasferimento da un supporto all'altro; ad esempio, da nastro a nastro oppure da nastro a computer.

Nastro DV
Siete convinti dei vantaggi derivanti dall'acquisto di una videocamera digitale ma non siete sicuri del modello da scegliere? Siete indecisi se acquistare un prodotto mini DV, DVD o Digital 8?
La differenza principale tra di essi è data dai diversi formati dei supporti di registrazione. La videocamera digitale più diffusa è il mini DV, in quanto è più piccola rispetto ai prodotti analoghi e consente di registrare su un nastro mini DV, un supporto compatto che offre funzioni avanzate.
Nel caso di video digitali, esistono cassette in due formati: una più grande, detta 'DV standard', e una più piccola chiamata 'Mini DV'

A quali caratteristiche si deve prestare particolare attenzione?

È tutto pronto per l'acquisto della vostra videocamera digitale? Per scegliere la videocamera che meglio soddisfa le vostre esigenze è necessaria un'adeguata conoscenza delle caratteristiche e delle funzioni del prodotto.

- Qualità dell'immagine
La qualità delle immagini registrate è determinata da fattori quali la risoluzione del sensore CCD, le lenti, l'ottica e i supporti di registrazione. Se siete un professionista o un convinto videoamatore che esige una eccellente riproduzione dei colori, allora avete bisogno di una videocamera con 3 sensori CCD separati. In caso contrario, una videocamera con un solo sensore CCD è sufficiente per qualunque consumatore. Da notare un fatto interessante: il numero dei pixel effettivi in un sensore CCD è all'incirca di 470.000 soltanto, mentre il resto viene utilizzato per altre funzioni, come ad esempio lo stabilizzatore d'immagine. Pertanto, ne consegue che non necessariamente a un numero maggiore di pixel contenuti in un sensore CCD corrisponde una migliore qualità dell'immagine.

- Risoluzione orizzontale
Per apprezzare appieno la registrazione di alta qualità di una videocamera digitale è necessario guardare la ripresa video su un apparecchio televisivo con una risoluzione maggiore di 500 linee.
*La risoluzione orizzontale è pari al numero massimo di linee verticali contate orizzontalmente sullo schermo.

- Zoom
Esistono due tipi di zoom, ottico e digitale.
La maggior parte delle videocamere montano uno zoom ottico che varia da 10x e 20x e zoom digitali tra 300x e 400x. Provate ad evitare l'uso eccessivo dello zoom digitale, poiché la qualità dell'immagine risulta scadente a causa dell'interpolazione. Per ottenere la migliore qualità dell'immagine durante le riprese con lo zoom, utilizzare lo zoom ottico.

- Stabilizzatore d'immagine
Se non si dispone di un treppiedi e temete che un'impugnatura instabile possa rendere sfocate le immagini video, allora non potete fare a meno dello stabilizzatore d'immagine. Consente di stabilizzare il video in modo da eliminare gran parte del tremolio comune alle videocamere utilizzate a mano libera.
La stabilizzazione delle immagini può essere ottenuta in modo digitale oppure attraverso lenti di stabilizzazione ottica. Lo stabilizzatore d'immagine digitale assicura un livello di stabilità soddisfacente per la maggior parte dei consumatori. Tuttavia, se è necessario uno stabilizzatore d'immagine più sofisticato, sono necessarie le lenti di stabilizzazione ottica.

- Schermo LCD
Lo schermo a cristalli liquidi può essere utilizzato come mirino oppure come schermo di riproduzione per guardare un'anteprima delle riprese effettuate. Uno schermo LCD girevole assicura il massimo del comfort durante le riprese, anche da angolazioni scomode.

- Standard IEEE 1394
IEEE 1394 è l'interfaccia seriale ad alta velocità necessaria per trasferire le immagini da una videocamera digitale a un disco rigido e viceversa, senza nessuna perdita della qualità. Si tratta di uno standard molto diffuso, noto anche come Firewire o i.Link.
Per ottenere un trasferimento della qualità delle immagini migliore e più rapido, assicuratevi che la videocamera digitale utilizzi lo standard IEEE 1394 anziché un cavo per stampante parallela, come ad esempio IEEE 1284.

- Software per l'editing
Spesso risulta noioso mostrare al pubblico una ripresa priva di editing. È necessario un buon software per rendere più interessanti le riprese con editing, fotogrammi o testi interessanti.

- Audio
Se per voi la qualità del suono è una caratteristica importante, scegliete senza dubbio un modello stereo. La qualità dell'audio a 12 bit è leggermente inferiore rispetto all'audio a 16 bit. Tuttavia, il sistema a 12 bit consente di eseguire la registrazione su canali separati. In questo modo, l'audio originale può essere lasciato sul nastro mentre quello nuovo, come ad esempio la musica e la narrazione, può essere aggiunto senza cancellare il suono originale.

- Line-in analogico
Il line-in analogico consente di digitalizzare i nastri analogici. Se avete nastri analogici che considerate preziosi e volete convertirli in formato digitale per prevenire il degradamento della qualità dell'immagine, allora questa è una funzione di cui non potete fare a meno.

Come devono essere utilizzati i nastri DV?

Le precauzioni per "maneggiare" un videotape digitale non sono molto diverse da quelle necessarie per qualsiasi prodotto su nastro (video o audio).

La manutenzione giornaliera:
Le regole principali per l'uso quotidiano sono le seguenti:

  1. Non toccare il nastro con le mani, che sono sempre grasse, anche se appena lavate.
  2. Riporre sempre la cassetta nell'apposita custodia, segnando l'argomento della ripresa e la data.
  3. Evitare di esporre il nastro a urti o impatti violenti, come ad esempio cadute.
  4. Non esporre il nastro a forti campi magnetici.
  5. Non lasciare la cassetta all'interno di un'automobile, ovvero esposta al calore, al freddo, alle vibrazioni.
  6. Non utilizzare il nastro se è bagnato oppure vi è stato rovesciato sopra un liquido. Potreste rovinare la telecamera.
  7. Se la cassetta è fredda, lasciate che ritorni a una temperatura normale per almeno due ore prima di utilizzarla. Se andate a sciare, tenetela in una tasca interna del giaccone, non in borsa dove la temperatura è più bassa.
  8. Non conservate le cassette in luoghi caldi, umidi o polverosi.
  9. Non lasciate la cassetta nel registratore DV, oltre al tempo sterttamente necessario.
  10. Non smontare la cassetta in nessun caso. La rovinereste sicuramente!

Conservazione per lunghi periodi
Seguite le regole per la manutenzione giornaliera e inoltre:

  1. Conservare sempre la cassetta in posizione verticale, con il nastro riavvolto e riposto nell'apposita custodia.
  2. Se il nastro è stato conservato per un lungo periodo di tempo, di tanto in tanto eseguirne l'avvolgimento e il riavvolgimento rapido.