La nostra email è:
mail@ilcorto.it
Mi interessano di più....
Mi interessano di più....
 
Parola/Frase da Ricercare...
Chi è online
 88 visitatori online
Statistiche
Utenti : 28903
Contenuti : 3695
Link web : 1
Tot. visite contenuti : 10232141
Home Tecnica Videocamere per un Cortometraggio Sony PMW-EX3
AVANZATASony Digital Cinema 4K spiega i quattro motivi per cui il 4K è indispensabile

Oggi il 4K è ovunque. Da TV a PC, passando per proiettori home cinema, telecamere e tablet, il mondo si sta convertendo rapidamente all’Ultra HD. Malgrado ciò, in Italia,...
Leggi tutto..

AVANZATASistema di Chroma Key Datavideo

Da Datavideo, ecco un sistema semplice ed economico per realizzare un perfetto Chroma Key. Semplice perchè non richiede grandi spazi; economico perchè non richiede tanta luce aggiunta. Il...
Leggi tutto..

Sony PMW-EX3

Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 
TECNICA - VIDEOCAMERE

 

XDCAM EX - Nuova generazione del sistema di registrazione HD

Il lancio del PMW-EX3 scaturisce dal successo ottenuto con il PMW-EX1, di cui conserva tutte le funzioni, in un nuovo design semi-portatile. In aggiunta al nuovo design, il camcorder offre una serie di soluzioni: ottica intercambiabile, genlock, timecode e capacità di controllo remoto.

Il PMW-EX3 combina un workflow XDCAM non lineare di ultima generazione con la migliore qualità HD su camcorder semi-portatile. Si tratta del primo camcorder semi-portatile commutabile 1080i/720P dotato della leggendaria marca CineAlta 24P con capacità di registrazione frame rate multipla come 59.94i, 50i e nativo 23.98P.

Questo camcorder consente anche di scegliere fra la modalità di registrazione di alta qualità a 35 Mb/s e una modalità a 25 Mb/s compatibile con HDV 1080i. Per approfittare di questa elevata capacità di registrazione, il PMW-EX3 utilizza lo stesso sistema di imaging del PMW-EX1, costituito da tre sensori CMOS da ½" con un numero di pixel effettivo di 1920x1080. È dotato di un'ottica apposita intercambiabile Fujinon Professional HD ½" 14x e di un meccanismo unico con ghiera di messa a fuoco doppia. L'adattatore dell'ottica da ½" fornito in dotazione consente l'impiego di altre ottiche da ½", nonché l'uso di adattatori opzionali per ottiche digitali SLR di stile cinematografico da 2/3".

Per massimizzare i tempi di registrazione, il PMW-EX3 è dotato di due slot per inserire un paio di memory card SxS PRO da 16 GB, che consentono di registrare fino a 140 minuti di riprese HD.

Sono disponibili vari accessori, come un dispositivo di lettura/scrittura USB, un'ottica di conversione wide, batteria e caricabatterie.

Il camcorder compatto PMW-EX3 HD è la soluzione ideale per una vasta gamma di clienti: dai broadcaster ai cineasti indipendenti, ai registi che desiderano ottenere una qualità delle immagini HD eccezionale e un workflow all'avanguardia da un camcorder semi-portatile dai costi ridotti.

Se il ltuo lavoro comporta il catturare le più spettacolari condizioni del tempo attraverso la videocamera, è fondamentale utilizzare tecnologie affidabili e di elevata qualità. Avendo già esaminato la pluri-premiata PMW-EX1, il cacciatore di tempeste Alistair Chapman ritorna col suo parere sulla nuova PMW-EX3.

Con mia grande sorpresa mi hanno telefonato dalla Sony, chiedendomi se volevo dare un'occhiata a una nuova videocamera. Mi hanno detto che si trattava di una versione shoulder mount della EX1 e dire che ero incuriosito è poco!

Ho lavorato con molte videocamere nel corso degli anni dalle Sony PD100 alle Digibetas. Ho avuto un paio di videocamere compact shoulder mount o semi-shoulder, compresa una Canon XL-H1 e una JVC HD101. Devo dire che mi piaceva molto la Canon H1. La combinazione di alta qualità delle immagini in una videocamera compact shoulder mount crea un armonioso equilibrio tra portabilità, aspetto professionale e facilità di funzionamento. Comunque non ero mai stato un appassionato delle Sony shoulder mount a basso costo, ma presto avrei cambiato idea…

Sony ha preso l'eccezionale pannello LCD dall'originale EX1 e lo ha ri-confezionato in un nuovo ambiente con un oculare monoculare rimovibile. Posto sotto la maniglia su un braccio rotante, il mirino consente adeguamenti in avanti e indietro. Inoltre ha una barra di scorrimento per movimenti side-to-side.

Quando si utilizza una EX1 si capisce esattamente quanto sia valido il panello LCD ad alta risoluzione. Ora, con l'aggiunta di un controllo rotary peaking assieme ai controlli luminosità e contrasto, l'originario mirino EX1 è stato notevolmente migliorato.

Amavo il nuovo controllo del peaking. Si può semplicemente avvolgere il peaking e la messa a fuoco diventa un gioco da ragazzi, poichè l'immagine si evidenzia in forte rilievo. Con il monoculare posizionato, riprendere in presenza di molta luce è davvero facile. Se si utilizza la videocamera su un treppiede o in uno studio, è possibile inclinare l'insieme dell'obiettivo o rimuoverlo del tutto.

Ci sono anche pulsanti per zebra e display info oltre a un mirror switch. Questo switch offre un' immagine speculare sullo schermo LCD - perfetto quando si usa la videocamera a 35 millimetri con adattatori stile smerigliato (mini35, Letus, ecc) - altrimenti sarebbe difficile effettuare il monitoraggio.

Il supporto a spalla

Sul retro della videocamera vi è un cuscinetto da spalla regolabile. Spingendo un piccolo release catch sotto il corpo della videocamera, questo supporto può essere esteso in modo tale che il cuscinetto poggi sulla spalla durante la ripresa. Con quattro punti di contatto tra me e la videocamera (spalla, occhio ed entrambe le mani) ho potuto tenere la macchina molto stabile. Ho lavorato molto meno, perché parte del peso della videocamera si scarica sulla spalla. Ho trovato la EX3 più facile per gestire il mio lavoro rispetto alla EX1. Questo è stato particolarmente evidente quando ho cercato di tenere un'inquadratura costante per lungo tempo o a lungo termine dell'obiettivo.

Un altro vantaggio è che l'obiettivo è all'altezza dell'occhio, così le interviste vengono meglio. Una delle mie più grandi lamentele, riprendendo con le videocamere off the shoulder, è che molto spesso le interviste vengono riprese all'altezza del petto e così si finisce per guardare per tutto il tempo il naso degli intervistati.

Controlli Audio

Spostandoci dalla parte posteriore della videocamera arriviamo ai controlli audio. Ci sono due opzioni per selezionare il microfono interno o gli input XLR esterni. Poi ci sono altre due opzioni che consentono di scegliere il controllo del guadagno audio manuale o automatico. I controlli di guadagno sono protetti dietro un coperchio che oscilla . La copertura impedisce che i controlli di guadagno vengano urtati mentre la videocamera è in uso.

Nuova porta SxS e opzione hard-disk

Inoltre c'è una piccola porta che copre le due memory card SxS (si pronuncia s by s). Uno switch Slot Select consente di scegliere uno slot per registrare su e un LED light sopra gli slot indica quello selezionato. Si passa dal verde al rosso quando si legge o scrive in SxS card. La cosa interessante è che vi è una piccola tacca in un angolo della porta.

Lo slot è lì per consentire ad un hard-disk esterno di collegare la videocamera attraverso un adattatore SxS card. L'unità hard-disk PHU-60K funziona sia con le EX1che le EX3 e consente di registrare materiale sia di qualità standard (SQ) che di alta qualità (HQ) sul suo hard-disk di 60GB incorporato. Per molti un disco come questo renderà le videocamere EX molto più versatili. Non ne avevo uno da provare ma sembra interessante e mi hanno garantito che il prezzo è davvero accattivante!!

Controllo del frame rate rotante

Mentre ci si sposta in avanti, emergono sempre più cose positive. Nella parte superiore del corpo della macchina ci sono tre pulsanti assegnabili, proprio come nella EX1. Sotto questi pulsanti c'è un piccolo controllo rotante.

Questo disco permetterà di cambiare il frame rate col quale si sta riprendendo, senza dover entrare nei menu. Purtroppo in questa fase di pre-produzione non ha funzionato - il che è un peccato - ma di certo l'idea mi intriga, proprio come cambiare il frame rate a una videocamera.

Obiettivo rimovibile

Andando ancora avanti arriviamo all'obiettivo. Sembra proprio che l'obiettivo sulla EX… resti attaccato...c'è qualcosa di diverso, qualcosa che non mi aspettavo. L'obiettivo viene via!

Questo piccolo gioiello di videocamera porta obiettivi intercambiabili. Non è il tuo standard B4 a baionetta 2 / 3 pollici, ma una speciale proprietary mount, poichè la distanza di messa a fuoco posteriore dell'obiettivo stock EX Fujinon è troppo corta per lavorare con un montaggio a baionetta standard. In più aiuta a mantenere bassi lo sviluppo e i costi di produzione. Ma non tutto è perduto: con mia grande sorpresa ho sentito che la videocamera viaggerà con un adattatore per obiettivi di 1/2 pollici. Ciò significa che da subito con questa videocamera si potrà utilizzare uno degli obiettivi progettati per la gamma XDCAM HD 1/2 pollici. Per quella che è la mia esperienza, se si dispone di un obiettivo hot shoe, zoom e controllo iris funzioneranno correttamente.

Obiettivi con connessioni via cavo saranno manuali a meno che non si concepisca un adattatore che fornisca alimentazione all'obiettivo, in tal caso si avrà un controllo servo zoom. Se si ha l'adattatore LO-32BMT è possibile poi utilizzare obiettivi HD di 2/3 pollici, Digiprimes, Mini35 e ogni altro tipo di vetro. Ci sarà anche un apposito adattatore Fujinon per consentire l'uso di obiettivi di 2/3 pollici con cavo di alimentazione 12-pin.

L'eccellente obiettivo standard

L'obiettivo è pressocchè lo stesso di quello sulla EX1. Si tratta di un obiettivo zoom 14x con controlli manuali e automatici. A differenza della Canon H1, la tenuta e il controllo zoom fanno entrambi parte dell'insieme dell'obiettivo. Sulla Canon il controllo zoom fa parte del corpo della videocamera e si estende in avanti al mount dell'obiettivo. Questo rende impossibile utilizzare la maggior parte dei normali obiettivi broadcast type sulla H1, poichè l'obiettivo handgrip danneggia il corpo della videocamera. Molto bene Sony! L' anello iris è un buon anello intorno all'obiettivo e ha calibrate marking f stop. L'anello di zoom è simile e può essere guidato da un servo controllato dallo zoom rocker o può essere disinserito e si effettua lo zoom manuale ruotando l'anello di zoom.

Ancora una volta Sony ha mantenuto l'eccellente anello di messa a fuoco manuale della EX1 con una scala di distanza calibrata. Se si preferisce la messa a fuoco automatica, l'anello di messa a fuoco scorre in avanti e diviene un obiettivo di messa a fuoco automatica. L'unica differenza che ho notato sull'obiettivo EX1 è che quest'ultimo ha ora un pulsante extra sopra lo switch iris per accendere o spegnere lo stabilizzatore di immagini steady shot.

Input XLR

Sull'altro lato della videocamera non c'è molto da segnalare. Sul davanti del manico ci sono 2 prese XLR per microfoni esterni e line input. Ci sono due piccoli interruttori sotto il socket che consentono di selezionare il livello di ingresso e alimentazione phantom.

proprio come la EX1, l'handgrip (che fa parte dell'insieme dell'obiettivo) può essere ruotato premendo un piccolo pulsante release. Ciò consente di posizionare il grip nell'angolazione più comoda. Trovo questa cosa veramente utile per le basse inquadrature e, in più, rende molto più facile il sostegno della videocamera per lunghi periodi di tempo. In cima alla presa vi è un pulsante di espansione della messa a fuoco che permette di visualizzare un' immagine ingrandita nel mirino, per contribuire a confermare la precisa messa a fuoco. A differenza di altre videocamere con questa funzione questo opera durante la registrazione.

Dentro e fuori

Sul corpo della videocamera vi è un piccolo lembo di plastica che si apre mostrando mini connettori per output component, output A.V. e connessione USB. A differenza di videocamere HDV, la gamma EX utilizza USB come il principale modo per scaricare clip su computer. Vi è una porta i.LINK / FireWire, ma viene utilizzata solo per lo streaming video - al contrario del trasferimento di file.

La EX3 ha anche una connessione monitor BNC e un' uscita S-Video per il controllo di definizione standard. Queste sono aggiunte benvenute, in particolare il monitor BNC come i mini connettori utilizzati sulle tante videocamere a basso costo non hanno alcun tipo di funzione di fermo e se si dispone di una lungo cavo ad essi collegato, hanno una tendenza a rompersi. Il monitor output può anche essere usato per fornire i segnali necessari per genlock un altro EX3 a questo.

 

Vediamo i vantaggi

Ottimo in ambienti che necessitano di videocamere a basso costo ma flessibili Ottimo in ambienti che necessitano di videocamere a basso costo ma flessibili

Una grande videocamera da studio

Parlando di lavoro in studio, la Sony ha davvero trionfato con la EX3. Non solo ha un output HD / SD-SDI per alimentare un vision mixer, ma anche un input genlock BNC, assieme ad input e output timecode BNC . Ma non è tutto. Appena al di sotto dei connettori BNC per timecode vedo segnato un altro socket remoto. Dopo aver sollevato il tappo di gomma, trovo un connettore per il controllo remoto standard delle videocamere Sony.

Ciò significa che la videocamera può essere controllata utilizzando una CCU RM-B150 o RM-B750 spesso forniti come equipaggiamento standard in studio e macchine OB. Avrà successo nelle scuole, nei college e in altre strutture di formazione che hanno bisogno di videocamere a basso costo ma flessibili o come aggiunta ad uno studio già esistente o OB setup.

Facile da tener ferma

Avevo portato la videocamera in un campo d'aviazione locale, per filmare i luminosi aeromobili in fase di decollo e atterraggio. Ma, benchè stessi in giro da un'ora, non vi era alcun segno di attività aerea. Quindi, mentre mi allontanavo in auto dal campo d'aviazione, vidi un aereo avvicinarsi per atterrare. Afferrai la videocamera dopo averla liberata della custodia e iniziai a filmare l'aereo 'a mano'. Nonostante riprendenssi l'aereo a distanza, riuscii ad ottenere un'inquadratura piuttosto ferma. La combinazione di spalla e il supporto ottico eccellente stabilizzatore di immagine mi ha permesso di monitorare costantemente l'aereo tutti il modo in a terra. Come l'aereo si avvicinava rapidamente il peaking del mirino e il super-chiaro LCD fece sì che fosse facile mantenere l'aereomobile in precisa messa a fuoco.

Opzioni di alimentazione

Il DC in connettore di alimentazione è stato spostato dalla parte posteriore al lato. Anche in questo caso, si tratta di una videocamera 12v. Se è necessario si può eseguirlo in una batteria auto così come l'adattatore di alimentazione e la batteria. La batteria è la stessa BP-U30 fornita con la EX1. La U30 fornisce circa da 1,5 a 2 ore di uso effettivo, il che è tanto se si pensa alle dimensioni compatte. Se occorre una maggiore durata allora c'è la più grande BP-U60. La batteria U60 deve dare tra le 3 e le 4 ore di funzionamento. Il suo peso extra aiuta anche a bilanciare meglio la videocamera sulla spalla. Ho due BP-U60 e trovo che mi forniscano alimentazione sufficiente per un giorno medio di riprese.

Straordinaria qualità delle immagini

Non ho fatto grandi quantità di riprese con la EX3, concentrandomi invece sulla ergonomia della videocamera. Ha lo stesso percorso ottico e gli stessi sensori CMOS della EX1 e così la qualità delle immagini è la stessa. Ciò che ho ripreso era come mi aspettavo, molto bello con colori ricchi, vivaci e montagne di dettagli, senza andare troppo oltre. La qualità delle immagini con i sensori EXMOR ½ pollici insieme all'eccellente obiettivo Fujinon continuano a stupirmi. La EX3 è molto sensibile per essere una videocamera HD. Il bassissimo livello di rumore consente anche l'impiego saggio del guadagno, senza compromettere la qualità delle immagini. Recentemente ho usato la mia EX1 per filmare l'aurora boreale e sono rimasto positivamente sorpreso da come abbia ripreso un fenomeno naturale così debole. Ho utilizzato anche la mia EX1 per lavoro in chromakey con notevoli e nitidi risultati anche in FCP!

Prestazioni da grande schermo

Come ho già detto ho visto la mia EX proiettata a 4K su grandi schermi a fianco di materiale di 35 millimetri e HDCAM SR. Francamente non credo vi sia una grande differenza. Non dico certo che la EX sia valida quanto una HDCAM, né posso pretendere che sia un sostituto per film, ma poco ci manca. Non avrei alcuna esitazione a usare o anche raccomandare una EX3 per riprese da presentare sul grande schermo.

 

Conclusioni di Alistair

Flessibilità

Una volta che si mette sul mercato una videocamera con un obiettivo rimovibile si apre la porta a tutti i piccoli produttori di accessori e sono certo che vedremo in giro ogni tipo di adattatore per videocamere 35 mm. Con la capacità di progressive riprese a qualsiasi frame rate fino a 30fps a pieno regime 1920x1080 e 60fps a1280x720, praticamente con qualsiasi obiettivo, sarà uno strumento molto importante per realizzare film con budget limitati. Ho visto la mia EX1 con proiettori 4K SXRD su grandi schermi e, credetemi, era proprio forte. Se non si dispone di obiettivi già esistenti, sarà disponibile un nuovo obiettivo grandangolo Fujinon per la EX3. Non si tratta di un adattatore ma di un obiettivo zoom grandangolo dedicato.

 

Che meraviglia il file-based

Il workflow basato su file è stupendo: niente più imperfezioni derivanti dall'uso del nastro. Solo ieri, ho lavorato per una società di produzione che aveva fatto una registrazione in Germania. Quando ho avviato indietro il nastro era pieno di imperfezioni. Nulla di più che testine sporche, immagino, ma è servito per ricordarmi il motivo per cui ora cerco di evitare il nastro a tutti i costi. Inoltre, occorre ricordare che non è più necessario digitalizzare le copie rapide prima di modificarle e ciascuna ripresa è un file separato, per cui l'accesso è più facile. Se occorre importare il materiale sul sistema di edit e la videocamera è bloccata, ora si hanno diverse opzioni. In primo luogo vi sono i computer e i portatili con slot Express Card incorporati, come molti Vaio, Dell e MacBook Pro. Poi c'è l'adattatore SBAC-US10 che porta una SxS card e si connette a un computer tramite USB. E se occorre vedere il materiale su un monitor? Ebbene, entrerà a far parte della famiglia EX il PMW-EX30, uno stand-alone recorder / player con input e output HD-SDI nonchè HDMI out.

Sony è in ascolto!

Alcuni controlli che si trovano sulla parte posteriore della EX1 sono stati spostati al lato della EX3. Ciò riflette il modo in cui si terrà la videocamera, poichè sarebbe impossibile operare switch sul retro della videocamera mentre si lavora con essa sulla spalla. La rotellina SEL / SET sembra essere molto più facile da usare sulla EX3 che sulla EX1. Non so se l'interruttore sia stato migliorato o se la nuova posizione su un pannello curvo al contrario dello schermo piatto abbia fatto la differenza, ma in entrambi i casi va meglio. Anche la forma dell'interruttore principale è stata un pò cambiata e, di conseguenza, è solo un po' più facile da usare. Chiaramente Sony ha dato ascolto a noi utenti EX!

 

EX sta crescendo...

La gamma delle videocamere EX sta senza dubbio crescendo. Sia la EX1 che EX3 producono immagini straordinarie. E' giusto dire che la EX3 è un kit professionale. Il layout semi-shouler si presta a 'videographer event', nonché a rendere la macchina più accettabile per produzioni video corporate, laddove ci si aspetta ancora di mostrare una videocamera grossa e ingombrante. La capacità di adattare una vasta gamma di obiettivi la rende una videocamera flessibile, che lavorerà per un'ampia ripresa scenica in casa, per filmare la natura a distanza o per girare un film a budget limitato. È ovviamente più costosa della EX1 ma a mio avviso ne vale ogni centesimo. Non vedo l'ora di provare cosa si può fare con la EX3 e obiettivi digiprime o topflight HD. E' frustrante scrivere questa recensione prima della release ufficiale della videocamera, vistoche non posso ancora effettuare il mio ordine!