MARATONA 230 Cortometraggi ILCORTO.EU

Il XXVI Valsusa Filmfest prosegue il 29 aprile con le proiezioni del Concorso Fare Memoria al cinema di Condove e Nicolò Bongiorno che presenta il suo film “Song of the Water Spirits” al cinema Teatro Fassino di Avigliana, il 30 aprile di nuovo a Condove con Daniele Gaglianone che presenta il suo film “Il tempo rimasto” e il 3 maggio di nuovo ad Avigliana con Gabriele Vacis che presenta il suo film “Sul sentiero blu”.

Il festival proseguirà nei giorni 6 e 7 maggio con proiezioni di film della rassegna Cinema in  Verticale sul tema della montagna.

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

IL CALENDARIO

Venerdì 29 aprile – Concorso

Condove – Cinema Comunale, ore 15 | ingresso gratuito

Proiezione opera/e vincitrice/i sezione Fare Memoria

Venerdì 29 aprile – Cinema in Verticale

Avigliana – Cinema Teatro Fassino ore 17,30 | ingresso gratuito

Proiezione del film Songs of the Water Spirits”  di Nicolò Bongiorno

Sarà presente il regista

Sabato 30 aprile – Film Fuori Concorso

Condove – Cinema Comunale, ore 15,30 | ingresso gratuito

Proiezione del film Il tempo rimasto di Daniele Gaglianone.

Sarà presente il regista

 

Martedì 3 maggio – Film Fuori Concorso

In collaborazione con Associazione Museo Nazionale del Cinema, CinemAutismo e Gruppo Asperger Piemonte. Avigliana – Cinema Teatro Fassino, ore 21 – Ingresso € 5,00

Proiezione del film Sul sentiero blu di Gabriele Vacis 

Sarà presente il regista

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

APPROFONDIMENTI

Iniziata il 25 marzo, si svolge sino al 7 maggio 2022 la XXVI edizione del Valsusa Filmfest, festival cinematografico e culturale sui temi del recupero della memoria storica, della montagna e della difesa dell'ambiente che da 26 anni anima un territorio aperto all'incontro e al confronto culturale.

Il programma completo prevede quindici eventi programmati in nove comuni della Valle di Susa - Almese, Avigliana, Bardonecchia, Bussoleno, Chiusa San Michele, Condove, Moncenisio, Oulx – due eventi a Giaveno, arrivando per la prima volta in Val Sangone, e un evento a Torino.

Tra il 29 aprile e il 3 maggio sono in programma diversi appuntamenti ad ingresso gratuito, ad eccezione dell’evento del 3 maggio ad Avigliana che prevede un biglietto di ingresso di 5,00 euro.

 

Venerdì 29 aprile, alle ore 15,00 al Cinema di Condove terminano le proiezioni delle opere partecipanti al concorso cinematografico, con le proiezioni delle opere finaliste della sezione di Concorso Fare Memoria.

Verranno proiettati l’opera vincitrice “La vera storia della partita di nascondino più grande del mondo” di Paolo Bonfadini, Irene Cotroneo, Davide Morando, la seconda classificata “Mousie” di David Bartlett, e l’opera che ha ottenuto una menzione speciale, “Il nostro fiume” di Isabella Valenti e Chiara Maccagni.

Sempre il 29 aprile, al Cinema Teatro Fassino di Avigliana alle ore 17,30, Nicolò Bongiorno presenta il suo film “Songs of the Water Spirits”.

Sinossi: Il Ladakh è una regione dell’India in profonda trasformazione che sta affrontando un percorso di rigenerazione culturale costantemente in bilico tra il richiamo di una tradizione arcana e uno sviluppo rampante, che mette a rischio l’ambiente e snatura i suoi abitanti. Menti coraggiose vogliono superare questo dualismo proponendo una mediazione virtuosa per restare se stessi senza chiudersi al mondo, valorizzando gli stimoli di una modernità che non implichi una mutazione antropologica. Possiamo, come Occidentali, imparare da questo laboratorio sociale, economico e culturale che è oggi il Ladakh?

Nicolò Bongiorno è regista, sceneggiatore, attore, produttore. Secondogenito del noto presentatore televisivo Mike Bongiorno, ha scritto diretto e interpretato numerosi film per la televisione con una personalissima poetica visionaria a metà strada tra finzione e documentario. Oltre alla sua prolifica attività di regista documentarista, Nicolò Bongiorno ha esordito come scrittore con la biografia del padre “La versione di Mike”. E’ socio fondatore e Presidente della Fondazione Mike Bongiorno.

Sabato 30 aprile, in collaborazione con la locale UNITRE alle ore 15:30 al Cinema di CondoveDaniele Gaglianone presenta il suo film “Il tempo rimasto”.

Il film vede al centro della storia il tempo, raccontando la vita trascorsa, la vecchiaia e il tempo che rimane da vivere. I protagonisti della storia sono dei bambini e dei giovani che ora, con il viso segnato dal tempo, tornano indietro e hanno l'impressione di trovarsi di nuovo là dove un tempo sono stati. Attraverso un viaggio in diverse regioni Italiane, fatto d'incontri e di ascolto, il film fa una riflessione sulla vecchiaia e su cosa può emergere guardandosi indietro, un confronto tra il tempo che resta e quello che resterà, tra la vita che se ne va e quella che rimane nascosta da qualche parte, in attesa di essere ancora raccontata.

Daniele Gaglianone è regista di documentari e autore di lungometraggi di fiction. Tra i suoi lavori più noti: “I nostri anni”, presentato al Festival di Cannes del 2001 e “Nemmeno il destino”, premiato alla Mostra del Cinema di Venezia del 2004. Con il documentario “Rata nece biti (La guerra non ci sarà)” vince il Premio Speciale della Giuria al Torino Film Festival 2008 e nel 2009 il David di Donatello per il miglior documentario di lungometraggio. Nel 2014 gira in Valle di Susa “Qui”, raccontando la storia di alcuni abitanti attivisti del movimento No Tav e con il suo documentario “Dove bisogna stare” (2018) quella di quattro donne impegnate nell’accoglienza dei migranti.

Martedì 3 maggioGabriele Vacis presenta il suo film “Sul sentiero blu” in un evento con biglietto di ingresso di 5,00 euro organizzato in collaborazione con Associazione Museo Nazionale del Cinema, CinemAutismo e Gruppo Asperger Piemonte

Il film, recentemente uscito nelle sale, è un documentario che racconta il viaggio a piedi lungo la Via Francigena di un gruppo di giovani autistici in compagnia dei loro medici ed educatori. Per 9 giorni percorrono 200 km lungo un itinerario che ha come meta finale Roma e sarà loro di grande aiuto nella gestione di difficoltà ed emozioni e nello sviluppo di nuove competenze sociali.

Quello che Gabriele Vacis testimonia in questo documentario è una vera e propria messa alla prova, una sfida personale enorme per individui che affrontano grandi difficoltà nella vita di tutti i giorni.

Un cammino di crescita, tra fatica e divertimento, in cui affrontano ed imparano a gestire emozioni e difficoltà grazie a specifici programmi abilitativi per sviluppare le competenze sociali. Oltre che scientifica, si è trattata quindi di un’esperienza profondamente umana volta a migliorare le relazioni delle persone autistiche. Il viaggio si concluderà a Roma, dove tra varie autorità incontreranno anche Papa Francesco.

Gabriele Vacis è un regista teatrale, drammaturgo, docente, documentarista e sceneggiatore italiano.

 

IL XXVI VALSUSA FILMFEST

Il Valsusa Filmfest è un festival itinerante che nel corso degli anni è diventato un importante presidio culturale per il territorio - grazie al coinvolgimento di scuole, associazioni, cooperative e tante singole persone - con l’obiettivo di promuovere cultura e di dare ampio spazio alle nuove generazioni e ad eventi che aiutino a riflettere e a cogliere i cambiamenti sociali, culturali e politici della contemporaneità.

In coerenza con la sua storia e i suoi valori di riferimento, ritenendo che l’essenza di una manifestazione culturale sia data principalmente dalla sua capacità di creare condivisione, socialità, vicinanza, senso di comunità e appartenenza tra tutte le persone coinvolte - organizzatori e pubblico insieme - il tema portante scelto per questa edizione è quello delle COMUNITA’, intese come “modello da seguire per restituirci la capacità di pensare a un modo differente di convivere, per riabituarci a sognare un altro mondo possibile” [cit. Carlo Petrini] o come “grande antidoto agli individualismi che caratterizzano il nostro tempo, a quella tendenza diffusa oggi in Occidente a concepirsi e a vivere in solitudine” [cit. Papa Francesco].