Ci sono una miriade di motivi per cui la sceneggiatura di qualcuno viene rifiutata dai poteri costituiti. Alcuni motivi sono grandi e altri piccoli, ma gli sceneggiatori devono conoscere e studiare tutti i possibili fattori che potrebbero portare alla trasmissione dei loro copioni.

Questi esempi si basano sull'esperienza diretta dal punto di vista di un lettore di sceneggiature in studio. Non solo accadono, accadono MOLTO.

1. L'HAI INVIATO A UN'IMPORTANTE AGENZIA, STUDIO O SOCIETÀ DI PRODUZIONE COME MATERIALE NON RICHIESTO.

Forse l'errore più comune quando gli sceneggiatori alle prime armi iniziano a commercializzare le loro sceneggiature per la prima volta. Basta non farlo. Non inviare mai un PDF del tuo copione a nessuno dei poteri costituiti senza che lo richiedano effettivamente.

2. LA TUA LOGLINE ERA MIGLIORE DELLO SCRIPT VERO E PROPRIO.

Un concetto è valido solo quanto la sua consegna. Se la sceneggiatura non è all'altezza e non mantiene la promessa della logline, è un facile rifiuto.

3. HAI PASSATO LE PRIME DIECI PAGINE A PRESENTARE I PERSONAGGI SENZA IMPOSTARE LA PREMESSA E IL CONFLITTO.

Se guardi i primi dieci o quindici minuti di un film e non hai idea di dove stiano andando le cose o di cosa parli il film, naturalmente ti disconnetterai abbastanza rapidamente. Avere un lettore di script che lo fa in quelle prime dieci o quindici pagine è un veleno istantaneo. Hanno una pila di altri copioni su cui leggere e scrivere.

4. LA DESCRIZIONE DELLA SCENA È ECCESSIVAMENTE LUNGA.

Il lettore ha bisogno di vedere le immagini della sceneggiatura attraverso gli occhi della propria mente il più rapidamente possibile. Questa è l'esperienza che i lettori vogliono. Se sono costretti a leggere una descrizione della scena allungata che entra in troppi dettagli, non vedranno quel film svolgersi nella loro mente. Invece, è più come se stessero leggendo un romanzo. Il film è un mezzo visivo e ogni fotogramma finale scorre molto velocemente su quel grande schermo. Le immagini di una sceneggiatura devono fare lo stesso con l'occhio della mente di chiunque stia leggendo la tua sceneggiatura.

I blocchi di descrizione della scena dovrebbero coprire solo i tratti generali di ciò che deve essere visto usando non più di una o due frasi alla volta. I frammenti sono i benvenuti. Lascia che il lettore, e l'eventuale regista e troupe, compilino il resto.

5. LA SCENEGGIATURA È TUTTA DIALOGATA, O ALMENO LA MAGGIOR PARTE DI ESSA.

Devi mostrare, non dire. Ancora una volta, è un mezzo visivo. Meno è meglio. My Dinner with Andre o Before Sunrise sono anomalie. Non c'è niente di più noioso che leggere una sceneggiatura di "teste parlanti", non importa quanto sia bello il dialogo. Lascia quei tipi di sceneggiature agli autori che scrivono / reggono.

6. HAI INCLUSO UNA SINOSSI, UNA RIPARTIZIONE DEL CASTING, DISEGNI CONCETTUALI O QUALSIASI ALTRA COSA OLTRE LA SCENEGGIATURA STESSA.

Urla dilettante e i lettori di sceneggiature non hanno tempo per questo.

7. LA TUA SCENEGGIATURA HA NUMERI DI SCENA.

Questo è un errore comune dei nuovi arrivati. Ovviamente hanno letto bozze di riprese online o pubblicate e hanno visto i numeri delle scene inclusi. I numeri di scena sono solo per scopi di produzione. Nelle fasi di sviluppo, portano solo a letture confuse e disordinate.

8. ABUSATE DI PUNTI ESCLAMATIVI, MAIUSCOLI, ECC.

Troppi sceneggiatori utilizzano queste cose per trasmettere qualcosa di importante, un'azione, un tono all'interno del dialogo, ecc.

Hanno tutti il ​​loro posto, ma usateli con parsimonia, altrimenti perdono il loro significato e la loro espressione complessivi e portano a una lettura disastrosa e frustrante.  

9. HAI UNA FORMATTAZIONE ECCESSIVAMENTE OCCUPATA CON ANGOLI DI RIPRESA, INSERTI, ECC.

Questo urla amatoriale e porta a una lettura lenta perché al lettore viene chiesto di visualizzare una certa angolazione della telecamera piuttosto che limitarsi a vivere la storia.

Attenersi all'intestazione della posizione, alla descrizione della scena, al nome del personaggio e al dialogo ogni volta che è possibile.

10. IL TUO COPIONE È TROPPO BREVE O TROPPO LUNGO.

È un segno rivelatore che se la tua sceneggiatura ha solo 80 pagine (o meno), c'è chiaramente qualcosa che manca, che si tratti di descrizione e formato di qualità, o ancora di più, mancanza di storia e sviluppo del personaggio.

Se la tua sceneggiatura è di 125 pagine o più, è un segno rivelatore che è stata sovrascritta e lo sceneggiatore non ha la capacità di riscrivere e modificare la sceneggiatura fino al midollo di ciò che dovrebbe essere. Quando possibile, mantieni 95-115 pagine per un film. Questo è il punto debole.

11. LA TUA SCENEGGIATURA HA PIÙ ERRORI DI GRAMMATICA, ORTOGRAFIA E BATTITURA.

Ai tempi della Sony, ho letto una sceneggiatura di uno sceneggiatore che ha avuto un successo straordinario con una delle più grandi star e dei migliori attori di Hollywood. Questa era la sua sceneggiatura successiva. Era scritto con cattiva grammatica, cattiva ortografia e molteplici errori di battitura. È stata una delle letture più strazianti che abbia mai avuto e, inutile dirlo, nonostante il precedente successo dello sceneggiatore, è stato un passaggio facile. Correggi. Più volte. E dopo averlo fatto, correggilo ancora un paio di volte oltre a quello.

12. LA TUA SCENEGGIATURA SI APRE CON PIÙ DI DIECI PERSONAGGI PRINCIPALI.

È davvero troppo da comprendere per un lettore. Questo li costringe a dover costantemente interrompere la lettura (fermare il film), tornare alle pagine precedenti (riavvolgere) e rivedere i nomi dei personaggi e le introduzioni per ricordare chi è chi

13. ABUSATE DEL VOCABOLARIO DI FANTASIA E DEI TERMINI TECNICI.

Se vuoi mettere insieme una bella frase, scrivi un romanzo. Anche allora, è sconsiderato cercare di impressionare qualcuno con il tuo vocabolario. Le sceneggiature riguardano il mettere le cose in termini profani con le parole più semplici in modo che il loro cervello possa elaborarle il più rapidamente possibile per vedere quel film con gli occhi della propria mente.

14. LA TUA SCENEGGIATURA HA UN INIZIO MORBIDO.

La maggior parte dice che devi coinvolgere un lettore entro le prime dieci pagine. No. È più come i primi cinque. Aperto con un conflitto importante. Anche se è solo per un momento. Coinvolgi il lettore il più rapidamente possibile iniettando il conflitto quasi immediatamente. Questo è ciò che attira un lettore a voler continuare a leggere.

15. IL TUO SCRIPT NON HA ABBASTANZA CONFLITTI.

Il conflitto è tutto. Non importa quale genere. Hai bisogno di un conflitto iniettato in ogni singola scena. Per quanto possibile. Un personaggio deve lottare per qualcosa, desiderare qualcosa o avere a che fare con qualcosa in quasi ogni singola scena. Qualsiasi scena che sembri di riempimento deve sparire.

Con ogni pagina, il conflitto deve aumentare e aumentare e aumentare fino al culmine della sceneggiatura. Se leggi la tua sceneggiatura e non ti senti, cambiala ora.

16. NON SAI IN CHE GENERE STAI SCRIVENDO.

Sebbene sia fantastico avere una miscela di generi di volta in volta, troppo spesso è un compito molto difficile da portare a termine per i poteri costituiti.

Una commedia deve essere una commedia. Può avere elementi drammatici, ma l'attenzione dovrebbe essere sulle risate. Un horror deve essere un horror. Se c'è troppa commedia all'interno di un film dell'orrore, cessa di essere un film dell'orrore. Un film d'azione deve essere un film d'azione. Se c'è poca o nessuna azione, non è un film d'azione.

Devi sapere in quale genere stai scrivendo perché entrerà in gioco quando commercializzi la sceneggiatura e quando i poteri forti la stanno leggendo e valutando. 

17. LA TUA SCENEGGIATURA È SCRITTA CON I NUMERI ... NOTO ANCHE COME NARRAZIONE STEREOTIPATA. 

I lettori di script e i poteri forti possono fiutare l'uso di fogli di battute di guru pubblicati e simili abbastanza facilmente. Se uno script è troppo derivato da una certa formula, cessa di essere speciale. Non seguire i beat sheet e simili in cui ti viene detto di mettere X arco narrativo su X pagina, ecc. È apertamente ovvio e fa un disservizio al tuo potenziale di scrittura e alla tua storia. Insomma, sono tutte stronzate. Se sei un buon narratore, saprai quando hai bisogno di più conflitti, più emozioni, una posta in gioco più alta, una svolta, una vittoria, una sconfitta, ecc. 

18. I TUOI PROTAGONISTI SONO DEGLI STRONZI.

Se a un lettore oa un pubblico non piacciono i tuoi personaggi, perché si preoccuperanno di ciò che accade loro? Quindi, perché dovrebbero continuare a leggere?

Non posso dirti quante sceneggiature ho letto in cui odiavo davvero i personaggi principali, se erano troppo piagnucolosi, troppo indifesi, troppo egoisti, troppo cinici, ecc.

È fantastico avere personaggi con un vantaggio, ma può essere portato troppo lontano. Assicurati che alla fine della sceneggiatura ci sia qualcosa che il lettore/pubblico possa cogliere. E certo, a volte ci piace vivere indirettamente attraverso personaggi stronzi che dicono le cose che vorremmo avere il coraggio di dire noi stessi. Quindi ci sono eccezioni. Tuttavia, la maggior parte delle volte, gli sceneggiatori non scrivono personaggi del genere. Semplicemente non riescono a offrire un personaggio simpatico. Il pubblico ha a che fare con gli stronzi nelle loro vite normali. Sicuramente non vogliono spendere $ 15 a biglietto, più soldi per bibite e snack, per sedersi in un teatro per due ore e aspettarsi che facciano il tifo per qualcuno che non sopportano.   

19. NON SUCCEDE NIENTE NEL MEZZO.

Questo è facilmente uno dei fastidi più comuni per i lettori. Forse c'è stato un grande inizio e il finale è stato fantastico, ma nel frattempo non è successo niente. Questa è una bozza fallita e niente di più. I tuoi personaggi devono affrontare un viaggio. Non c'è viaggio senza una via di mezzo. 

20. IL FINALE FA SCHIFO.

Se coinvolgi i lettori e poi non fornisci qualcosa di speciale alla fine, si accenderanno contro di te, non importa quanto fossero buone le altre pagine.

21. IL RITMO È ORRIBILE.

Ogni scena deve essere importante e deve costruire per la successiva, la successiva e la successiva. Devi scrivere come monta un montatore cinematografico. Crea un flusso visivo. Rompi le scene lunghe intercalandole con altre. 

22. LA TUA SCENEGGIATURA È PIENA DI CLICHÉ E STEREOTIPI.

Il poliziotto saggio che sfida l'autorità. L'orribile capo che è completamente pieno di sé. Il vecchio ragazzo dell'anima che parla come un adulto. Il guerriero riluttante.

Li abbiamo visti tutti. Cosa distingue il tuo personaggio da questi cliché e stereotipi?

23. IL TUO FINALE O COLPO DI SCENA "A SORPRESA" O NON È STATA UNA SORPRESA PERCHÉ ERA ECCESSIVAMENTE OVVIO O È STATA UNA SORPRESA TOTALMENTE INSODDISFACENTE PERCHÉ MANCAVA DI QUALSIASI IMPOSTAZIONE.

Se vuoi che la tua sceneggiatura finisca con il botto e faccia impressione mentre lo fai, deve essere un momento realizzato con cura. Se la tua configurazione è eccessivamente ovvia, il finale non risuonerà con il lettore alla fine perché probabilmente l'hanno chiamato all'inizio. Se il tuo set-up era quasi inesistente, allora sembrerà nient'altro che un espediente economico come "Era tutto un sogno". Come lettore, se mi sono mai imbattuto in un colpo di scena che mi ha sorpreso, la prima cosa che ho fatto è stata tornare indietro e cercare gli indizi. Se non c'erano, allora sapevo che era un trucco o un imbroglio. Quando The Sixth Sense è uscito anni fa, è diventato un film di grande incasso perché il pubblico è tornato alla ricerca di indizi. Per fortuna, M. Night Shyamalan ha offerto un set up brillante.

Il modo più semplice per realizzare un grande colpo di scena o un finale a sorpresa è quello di condire la sceneggiatura con momenti aperti che fanno andare avanti e indietro la mente del lettore, da una parte e dall'altra, per tutta la sceneggiatura. Falli sempre indovinare.


Fare questi errori fa parte del processo di apprendimento. Tutti gli sceneggiatori li hanno realizzati una volta o l'altra. Utilizzali come una sorta di lista di controllo prima di inviare i tuoi script.

Articolo di Ken Miyamoto per screencraft.org